Ricerca   Lingua 
 

P. Carlos Blanco, L.C. è il nuovo parroco a Busa di Vigonza (PD) (Articolo)
La Santa Sede approva le Costituzioni dei Legionari di Cristo (Articolo)
Lettera di P. Eduardo Robles-Gil (Articolo)
Si costituisce il Comitato direttivo territoriale per l’Italia (Articolo)
Cristo Re crocifisso: da Lui la nostra "Chiamata", in Lui la nostra forza (Articolo)

Un Istituto dedicato agli studi sulla Donna in un Ateneo Pontificio?
ITALIA | APOSTOLATO | NOTIZIE
25 nuovi diplomati in Lavoro, Famiglia e Leadership femminile

ISSD consegna diplomi 2010
I primi diplomati del master Lavoro, Famiglia e Leadership Femminile

Roma, 14 ottobre 2010. Con la consegna dei diplomi in carta pergamena, si è concluso il master in “Lavoro, Famiglia e Leadership femminile”, proposto, a partire dallo scorso AA 2009-10, dall’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, a Roma.

Venticinque studenti, di cui ventitré donne e due uomini, diplomati, alcuni premiati, con promessa di pubblicazione della tesi, per essersi distinti negli studi e nel lavoro di redazione della tesi.

«Perché in un Ateneo Pontificio c’è un Istituto dedicato agli studi sulla donna?». Con queste parole, si è rivolto ai presenti, P. Pedro Barrajon, LC, Rettore dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, durante un saluto rivolto alle tesiste della prima edizione, «Perché La donna ha contribuito alla costruzione della Chiesa, con un ruolo che le è proprio e ha caratterizzato sin dalle origini la cultura cristiana e la specificità cristiana». Il Papa attuale sta parlando del ruolo della donna, nella Chiesa e nella Famiglia, nel lavoro e nella società, sulla scia dei suoi predecessori, tra cui l’indimenticabile Giovanni Paolo II con la Lettera alle Donne, del 1995, e la precedente Lettera apostolica Mulieris Dignitatemscritta in occasione dell’anno mariano 1988.

«Le tematiche del Master sono di grande interesse culturale ed ecclesiale. Per noi» ha continuato P. Pedro, «è un grande onore avere questo Istituto, che ci auguriamo vada avanti con voi stesse, ex studentesse. Che il vs contributo continui, perché è importante per la cultura e per la Chiesa.

Spero che i vostri voti siano alti, perché alta deve essere la vostra formazione personale e alto il contributo che potete dare ala società con la vostra formazione».

Il master, che vedrà già la terza edizione, affronta i temi attualissimi del lavoro e della leadership “al femminile”, e della conciliazione necessaria con la famiglia, con l’intento di rivalutare la famiglia e considerarla apportatrice di valori all’interno delle aziende.

È un master importante, ha spiegato il prof. Gallina, responsabile dell’area di formazione post laurea dell’Ateneo e dell’Università Europea di Roma, perché tocca aree e temi diversi tra loro ma correlati.

Erano presenti i professori Tommaso Cozzi e Carolina Carriero, i docenti più amati del corso, oltre a P. Michael Ryan, LC docente del master e portavoce del rettore, che ha spiegato l’importanza di lavorare sull’humanum, non semplicemente uomo o donna.

Ha partecipato all’incontro anche l’ingegnere Massimo D’Aiuto, Amministratore delegato della SIMEST S.p.A., che ha finanziato alcune borse di studio per gli studenti del master.

Alessandra Nigri, Daniela Ferrari e Giada Chillura, studentesse della prima edizione del master, hanno ringraziato la coordinatrice del master, la dott.ssa Adele Ercolano, e a nome di tutti gi studenti hanno raccontato in poche ma sentite parole, la ricchezza umana, oltre che formativa del master.

Perché in effetti ritrovarsi, non più giovanissime, compagne di banco, dopo aver lasciato i bambini a scuola, o con un permesso del datore di lavoro è stata un’esperienza entusiasmante.

Ognuna delle studentesse ha portato qualcosa di se stessa in aula, raccontando un’esperienza di vita, un viaggio, una ricetta… oppure commentando le lezioni, nella pausa caffè.

«Ho accolto la possibilità di partecipare al master come puro interesse culturale. Rimettermi in discussione con lo studio di materie, quali la filosofia, la storia, la psicologia e l’economia centrate però sul tema della donna, mi allettava molto.

In seguito, partecipando alle lezioni, conoscendo i docenti, la dott.ssa Ercolano e le altre partecipanti al master, ho trovato un ambiente accogliente, familiare e favorevole al confronto su varie tematiche e problematiche, che forse inconsapevolmente mi sono trovata ad affrontare quotidianamente.

Ho cominciato a riflettere su me stessa, sulla mia identità di donna, madre, moglie e lavoratrice, sviluppando una consapevolezza del mio “essere femminile” e del mio percorso. Ora sono certa di poter contribuire nel mio piccolo a sviluppare una cultura al femminile nel quotidiano, nella famiglia e sul lavoro. Spero che anche voi possiate fare lo stesso, partecipando a questo master, ognuna con il proprio vissuto e il proprio bagaglio umano» (Sandra, ex studentessa ISSD, appena diplomata in Lavoro, Famiglia e Leadership femminile).

«Siamo intenzionate ad accogliere l’invito del Rettore e a metterci al lavoro, tutte insieme, per contribuire alla promozione dell’Istituto e all’edificazione di una società migliore  più giusta, non nei confronti delle donne in particolare, ma della famiglia, dell’uomo, che nella famiglia trova il suo naturale ambiente di sviluppo e maturazione» (Valentina, ex studentessa ISSD, appena diplomata in Lavoro, Famiglia e Leadership femminile).

La direttrice dell´Istituto, dott.ssa Marta Rodriguez, consacrata del Regnum Christi ha voluto ringraziare gli studenti: «Grazie, perché avete lasciato da parte molte altre cose urgenti per venire qui a studiare. Il vostro esempio ci arricchisce».

Per informazioni:

Istituto di Studi Superiori sulla Donna

via degli Aldobrandeschi, 190

00163 Roma

tel. 06 66 54 39 03

e-mail: issdonna@upra.org


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2010-11-01


- Galeria
 
 
- Lavoro, Famiglia e Leadership femminile

Related links

Istituto di Studi Superiori sulla Donna


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Un Istituto dedicato agli studi sulla Donna in un Ateneo Pontificio? ai tuoi preferiti?
Sì   -    No