Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
I Legionari nella parrocchia dei Santi Apostoli e Biagio, a Firenze (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

Essere mamma
ITALIA | APOSTOLATO | TESTIMONIANZE
Affidarsi a Dio per realizzare il progetto grande

Elisa y Marcelo Benitez Trevino
«Quanto può essere semplice svolgere questo ruolo affidandosi alla Madonna che, senza esitazione ha risposto alla chiamata ad essere Madre del Nostro Signore e dell’intera umanità».

Proponiamo una riflessione di Luigia Palmiero, una giovane signora del Regnum Christi di Roma, come un invito e un incoraggiamento a tutte le “donne fragili” affinché non rinuncino alla gioia dell’essere madri sull’esempio di Maria.

«Sono una ragazza di ventinove anni e scrivo questa lettera perché dopo giorni d’intense riflessioni e di dialogo con Gesù, ho sentito l’urgenza di agire e dare voce a ciò che porto dentro, alla testimonianza di grande amore di Dio nei miei confronti.

In questi giorni ho sperimentato Gesù vivo nella mia vita ed ho sofferto per tutte le volte in cui non l’ho riconosciuto, non sono riuscita a vederlo come presenza concreta nella mia vita. Gesù oggi mi ha scosso nella mia tiepidezza ed io non ho potuto questa volta non udire fortemente il suo grido di speranza, rivolto a me.

S. Agostino diceva “Dio ha sete dell’uomo che ha sete di Lui”,…eppure quante volte ho pensato, l’ho lasciato così assetato, in attesa di acqua che non ho saputo né voluto dargli.

Mi sono risuonate nella mente e nel cuore le parole di Papa Giovanni Paolo II “Se voi siete ciò che dovete essere, appiccherete il fuoco nel mondo intero”; diceva questo, rivolgendosi a noi giovani, noi che viviamo in un’epoca così difficile, in cui siamo disorientati, distolti dal nostro vero grande Bene.

La vita, miracolo che cresce dentro di me

Da gestante al quinto mese ormai di gravidanza, ho pensato a quanto sia cambiata la mia vita dal momento in cui il Signore mi ha donato un’altra vita che cresce dentro di me. È un dono grande che non so descrivere; già da adesso è il mio tesoro più prezioso. È ciò che da piccola quale ero, mi ha trasformato in “grande”; rafforzando tutta la dignità del mio esser donna, mi fa risplendere ogni giorno in quanto tempio della vita, una vita grande di un piccolo seme che grazie a Dio adesso cresce dentro me.

Vorrei dire a quelle mamme fragili che s’ingannano mentendo a loro stesse se lasciano andar via così questo bel dono, per continuare la loro vita, privandosi loro stesse innanzitutto di una gioia immensa, tra le più grandi credo che si possa immaginare di ricevere. Ho immaginato queste donne tristi, donne che vivono di sicuro situazioni complesse, il più delle volte di grande sofferenza…Eppure, ho pensato, se solo potessero concedersi un lungo silenzio e mettersi all’ascolto, ….scoprirebbero la voce di un bambino che già grida d’amore; sentirebbero la vicinanza forte alla Madonna che in questi momenti fortemente ci accompagna, coglierebbero Dio nelle trasformazioni di ogni giorno e in quei dolci movimenti, in quel battito sottile gradualmente percepibile dentro il proprio ventre.

Con la Vergine Maria tutto è possibile

La realtà dell’essere mamma, a quante paure ci espone, quanta responsabilità, quanti interrogativi suscita in noi… Eppure quanto può essere anche semplice svolgere questo ruolo affidandosi a Dio, alla Madonna che, senza esitazione ha risposto alla chiamata a essere Madre del Nostro Signore e dell’intera umanità, con forza, coraggio, nella sua estrema umiltà e semplicità. Qualche giorno fa leggevo che nel momento in cui Papa Giovanni Paolo II ha iniziato ad ascoltare più volte il suo nome risuonare, prima della proclamazione del suo pontificato, prefigurandosi quello che di lì a poco sarebbe stato per lui, mettendo le mani tra i capelli…abbia poi pronunciato: “Io con le mie debolezze, affidandomi alla volontà del Padre, sotto la protezione di Maria, accetto”…

Un messaggio di coraggio, forza e grande fiducia in Dio.

Credo che oggi più che mai sia necessario ritornare prima di tutto ad affidarsi a Dio, per realizzare il grande progetto che c’è sulla nostra vita, un progetto che richiede sì il nostro impegno costante, e perseverante, ma che d’altra parte, accompagnati da Dio, ci può permettere di realizzarci pienamente».

(Il testo, scritto qualche anno fa è stato pubblicato, recentemente sulla rivista “Maria di Fatima”, n. 3, marzo 2011).

 

 

 

 


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2011-09-28


Crescere in Famiglia - Link
 
 

Related links

Gioventù e Famiglia Missionaria
Crescere in Famiglia


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Essere mamma ai tuoi preferiti?
Sì   -    No