Ricerca   Lingua 
 

P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
S. Messa in suffragio di P. Álvaro Corcuera, L.C. (Articolo)
Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione (Articolo)
La propria identità e l’empatia con l’altro (Articolo)
Premio professionalità a New Gate Tours Italia (Articolo)

Capodanno in missione
ITALIA | APOSTOLATO | NOTIZIE
I ragazzi di “Gioventù Missionaria” in Bosnia.

Missioni di Capodanno in Bosnia.
La grande croce sul Monte Krishevaz.
 

Dal 30 dicembre al 3 gennaio scorsi, 20 ragazzi provenienti da Padova, Bolzano e Treviso hanno partecipato alla prima missione di Capodanno organizzata da Gioventù Missionaria. La missione si è svolta in Bosnia Erzegovina, nel paesino di Libusky. I missionari hanno visitato le case del paese e hanno donato pacchi di viveri, vestiti e altri beni di prima necessità alle famiglie. Libusky, a pochi chilometri da Medjugorje, presenta situazioni di grande disagio e povertà: molte le famiglie numerose con reduci di guerra, ai quali lo stato non riconosce nessun tipo di invalidità; grandi carenze di cibo e beni come vestiti per far fronte all’inverno spesso molto rigido.

La consegna dei pacchi di viveri è stata anche l’occasione, per portare un messaggio di speranza a queste persone, parlare con loro, fare una piccola preghiera o semplicemente ascoltarli. «Molte persone dicevano che tutti si sono dimenticati di loro», racconta Matteo, «anche solo un sorriso, un abbraccio, per loro è significato tanto, perché hanno capito che per noi, loro erano importanti». Il 2 gennaio, nella mattinata, i missionari si sono recati presso una casa di riposo dove hanno organizzato un piccolo
Missioni di Capodanno 2013.
I missionari con le famiglie del paese.
concerto per gli anziani e una messa.

La sera del 31 dicembre i ragazzi hanno atteso la mezzanotte pregando il rosario, con canti, sotto le stelle, sul monte Podbrodo, mentre nei giorni successivi hanno organizzato una Via Crucis sul monte Krishevaz e hanno partecipato all’adorazione eucaristica con i ragazzi della Comunità Cenacolo fondata da Suor Elvira. I ragazzi e le ragazze di “Gioventù Missionaria2, tutti tra i 20 e i 26 anni, divisi in equipe, sono stati coadiuvati nella visita alle case da interpreti croati e accompagnati da P. Alberto Zanetti, L.C. cappellano della missione, da Fr. Stefano Panizzolo, L.C. e da Francesco Ruini e Emanuele Pica, collaboratori del Movimento Regnum Christi. «È bellissimo vedere come il Signore operi in maniera incredibile nelle anime di chi offre un po’ di sé per gli altri» ha detto Eleonora, «e di come di questo il Regnum Christi sia strumento».

I responsabili di “Gioventù Missionaria” dal canto loro hanno raccontato che le missioni di Capodanno sono state un esperimento riuscito, un modo originale
Missioni di Capodanno 2013.
I missionari in visita alle case.
di trascorrere il Capodanno: «Siamo contenti di vedere che ci sono giovani disposti a mettersi in gioco e andare controcorrente anche se, a dire il vero, non ci aspettavamo di trovare situazioni di tale disagio a Libusky. Uno dei punti di forza della missione è stato sicuramente l’unione delle attività pratiche di apostolato missionario ai forti momenti di preghiera, in un posto così ricco di spiritualità come Medjugorje». I missionari hanno detto anche che «è stato significativo svolgere una missione in Bosnia, proprio lì dove nella seconda metà degli anni novanta, i primi gruppi di Gioventù Missionaria Italia, hanno realizzato le prime missioni».


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2013-01-10


Mission Network. - Link
Gioventù e Famiglia Missionaria - Link
 
 

Related links

La Santa Sede
Conferenza Episcopale Italiana


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Capodanno in missione ai tuoi preferiti?
Sì   -    No