Ricerca   Lingua 
 

P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
S. Messa in suffragio di P. Álvaro Corcuera, L.C. (Articolo)
Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione (Articolo)
La propria identità e l’empatia con l’altro (Articolo)
Premio professionalità a New Gate Tours Italia (Articolo)

È possibile vivere il Vangelo radicalmente
ITALIA | ATTUALITA | NOTIZIE
Una conversazione con Jorge López, responsabile generale dei consacrati del Regnum Christi.

Un momento de la posada que tuvieron los consagrados del equipo de Roma.
La “posada” di Natale nella casa dei consacrati a Roma.

Jorge López, responsabile del ramo maschile del terzo grado del Regnum Christi ci parla del cammino percorso con i consacrati da quando hanno preso il governo interno e condivide le sfide che devono affrontare durante il 2013.

In che cosa consiste il modo proprio di vivere la vocazione al Regnum Christi da parte dei membri di terzo grado?

In questi mesi stiamo riflettendo su questo punto. Siamo laici, consacrati, del Regnum Christi. Qui ci sono tre elementi essenziali che si uniscono e si arricchiscono, non si contrappongono: laici, consacrati, nel Regnum Christi. Un consacrato vive al tempo stesso la vita laica senza essere, per questo, meno consacrato o meno laico. Anche Gesù Cristo ha vissuto come consacrato al Padre e occupato nelle faccende temporali e continua a essere presente, in mezzo ai fratelli e attivo nella Chiesa, attraverso i laici consacrati. Il Vangelo ci presenta un Gesù che condivide la propria esistenza con gli uomini e le donne del suo tempo, che non fugge dal mondo ma che piuttosto s’immerge nel mondo per conquistarlo al Padre. Gesù prega e vive come apostolo in ogni tipo di circostanza: non gli è estraneo il mondo del lavoro; svolge la sua missione in ambienti diversi; sa dare spazio alla vera amicizia; ha a
Jorge López y otros consagrados con el Delegado Pontificio, el padre Álvaro Corcuera y el padre Gianfranco Ghirlanda en la sede de la dirección general;
Jorge López e altri consacrati con il Card. Velasio De Paolis, P. Álvaro Corcuera e P. Gianfranco Ghirlanda, nella sede della Direzione Generale.
che fare con persone di diverse culture, abitudini e tradizioni. Cristo valorizza le realtà temporali e scopre in ciascuna la presenza e l’amore del Padre. Lo vediamo impegnato nella trasformazione della società - a volte mettendo in discussione la “cultura dominante” – e anche come fermento nella massa.

Vogliamo soprattutto imitare Gesù Cristo, vicino agli altri, uno tra i fratelli, apostolo e lievito nel mondo, che aiuta tutti a scoprire e amare il Padre nelle circostanze concrete della vita. Ci identifichiamo con Gesù Cristo che annuncia e rende presente il Regno, con la sua Parola e con le sue opere, però soprattutto con il suo stile di vita, con ciò che Lui è. Ci sentiamo chiamati a questo, come consacrati del Regnum Christi, viviamo in povertà, castità e obbedienza, proprio come ha vissuto Gesù, consacrando le nostre vite e il mondo a Dio. L’assunzione dei consigli evangelici non ci allontana dal mondo ma, unendoci ancor più strettamente a Dio, individua un modo particolare di stare nel mondo senza essere del mondo, ci rende più vicini agli uomini. È un grido che testimonia che è possibile vivere e incarnare il Vangelo radicalmente, senza ritirarsi dal mondo e senza “sconti”.

D’altra parte, la nostra specificità nel campo apostolico non sta nella realizzazione di attività differenti da quelle
Momentos de reflexión entre consagrados del equipo de Roma en la Sede del responsable general
Momenti di riflessione tra consacrati del gruppo di Roma nella sede del responsabile generale.
dei Legionari o dei laici di primo e secondo grado. Piuttosto è radicata nel vivere lo “stile proprio” di un laico consacrato del Regnum Christi, secondo il modello di Gesù Cristo come ho detto prima. Questo “stile proprio” richiede la capacità di vedere il bene e il vero, da qualsiasi posto arrivi; richiede grande capacità di dialogo per gettare “ponti” tra persone ed esperienze di vita; ci chiede convinzione e maturità e anche preparazione professionale, capacità di leadership e disciplina. Senza questi elementi, la disponibilità totale per la missione del Movimento nella Chiesa – che è quello che ci contraddistingue - si convertirebbe in parole vuote.

Su un altro piano, noi consacrati siamo chiamati a essere vincolo di unità tra tutti i membri del Regnum Christi, come anche a essere apostoli che hanno assimilato e vivono pienamente l’essere membri del Regnum Christi, il suo spirito e la sua metodologia.

Per arrivare a questo è necessario un processo di formazione che porti a interiorizzare il carisma e a farci più simili a Gesù. Per questa trasformazione in Cristo, opera della grazia e della collaborazione umana, cerchiamo di acquisire, per connaturalità, un’intelligenza ben formata, un cuore generoso e un’identità ben radicata che ci permetta di discernere in ogni circostanza come agire in modo evangelico. È una vocazione profetica che richiede molta umiltà e permettere allo Spirito Santo di agire in profondità.

Che cosa vorrebbe dire ai Legionari di Cristo e alle Consacrate del Regnum Christi nel momento storico che attraversate?

Siamo fratelli per svariati motivi. Uno, non da poco, è che il Signore ci ha affratellati nella sofferenza, in particolare negli ultimi anni. I fratelli si appartengono e hanno bisogno gli uni degli altri e noi abbiamo bisogno gli uni degli altri; soprattutto per camminare lungo questa strada insieme al Signore. Abbiamo bisogno gli uni degli altri per rimanere in Lui e perché Lui rimanga in noi. È qui la chiave dell’unità: non tanto in un consenso o negli Statuti – che dovremo modellare – ma nel permanere uniti a Gesù Cristo e in Gesù Cristo, perché l’unità del Movimento è la conseguenza dell’essere uniti a Lui. Penso che in questo deserto nel quale stiamo camminando – e nel quale cammina anche la Chiesa – Dio stia forgiando un Popolo “suo” come ha fatto con Israele e come ha fatto con i primi apostoli.

Leggi la seconda parte qui.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2013-01-23


- Articolo
 

Related articles
- È possibile vivere il Vangelo radicalmente
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere È possibile vivere il Vangelo radicalmente ai tuoi preferiti?
Sì   -    No