Ricerca   Lingua 
 

È morto, in Messico, P. Álvaro Corcuera, L.C. (Articolo)
Ora resta la corona di giustizia (Articolo)
P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
«Il sì umile e trepidante che ora pronuncerete, Vi accompagni come croce e come gloria, per tutta la vita» (Articolo)
Estate giovani “Regnum Christi” (Articolo)

I membri di primo e secondo grado iniziano la riflessione sulla propria identità e normativa
ITALIA | CHI SIAMO | NOTIZIE
P. Sylvester Heereman indica, in una lettera, il cammino da percorrere.

Estatutos Regnum Christi

I membri di primo e secondo grado del Regnum Christi (laici non consacrati) prendono parte al processo di riflessione sulla propria identità e sulle normative specifiche, così come hanno già fatto i Legionari di Cristo, con la revisione delle costituzioni, e i membri consacrati, con il rinnovamento e l’elaborazione del loro Statuto e dei regolamenti. L’obbiettivo è quello di elaborare il proprio Statuto e partecipare, in modo opportuno, al processo mediante il quale sarà elaborato uno Statuto Generale per tutto il Regnum Christi.
P. Sylvester Heereman, L.C. vicario generale della Legione di Cristo e del Regnum Christi ha inviato una lettera, ai membri di primo e secondo grado, spiegando nel dettaglio alcuni aspetti della loro partecipazione al processo di rinnovamento. Lo scopo è che i membri di primo e secondo grado rivedano lo Statuto attualmente in vigore (approvato nel 2004) ed elaborino un nuovo Statuto, “un  un testo che deve riflettere, in poche pagine, l’identità, il modo proprio di comprendere e vivere il carisma del Regnum Christi, le diverse forme di appartenenza (gradi e livelli), gli impegni presi con l’adesione, le relazioni di collaborazione con le altre componenti, ecc.”, come spiega P. Sylvester Heereman nella sua lettera.
Una volta fatto questo, si potrà iniziare l’ultima fase del cammino di rinnovamento del Regnum Christi – con la partecipazione di rappresentanti di tutte le realtà che ne fanno parte – che consisterà nell’elaborazione dello Statuto Generale che definirà ciò che è comune a tutti (carisma, spiritualità, missione, governo dell’apostolato e amministrazione).
In questo percorso, spiega P. Sylvester, si possono distinguere tre fasi che il Delegato Pontificio ha individuato e che sono le seguenti:
- la prima fase è stata quella del “riconoscimento e formulazione dell’unico carisma del Regnum Christi” che si esprime in differenti vocazioni e stili di vita: sacerdoti religiosi (i Legionari di Cristo), sacerdoti diocesani, laici consacrati e laici non consacrati (sposati e non sposati).
- la seconda fase, quella attuale, “consiste nella riflessione, delle diverse componenti, sulla propria identità e sulla propria normativa”. I Legionari l’hanno già fatta con la revisione delle loro Costituzioni; i membri consacrati, con l’elaborazione del loro Statuto e dei regolamenti; e i membri di primo e di secondo grado si uniscono, adesso, a questo processo, per elaborare il proprio statuto.
- Una volta fato questo, “si potrà fare l’ultimo passo”, dice P. Sylvester, dando inizio alla terza tappa: la configurazione giuridica dell’insieme attraverso uno Statuto Generale, che sarà sottoposto all’approvazione della Santa Sede, che regolerà la relazione tra le diverse vocazioni che sono ispirate all’unico carisma del Regnum Christi e che definirà ciò che è comune a tutti: carisma, spiritualità, missione, governo dell’apostolato e amministrazione.

Come si svolgeranno la revisione e l’elaborazione dello Statuto dei membri di primo e secondo grado.
Per fare questa revisione, P. Sylvester ha convocato un incontro, a Roma, dal 6 all’8 giugno, con rappresentanti del primo e del secondo grado dei differenti territori. In questo incontro:
Saranno elaborate delle proposte dello Statuto dei membri del Regnum Christi di primo e secondo grado, a partire dagli Statuti vigenti (approvati nel 2004). Queste proposte saranno presentate al Delegato Pontificio il quale deciderà quali saranno le tappe successive, che ancora non sono definite.
Si condivideranno le riflessioni sui Lineamenti del carisma che sono state fatte nei diversi territori, sebbene l’approvazione definitiva di una formulazione del carisma sarà rimessa a un’Assemblea generale cui parteciperanno Legionari, membri consacrati e laici di primo e secondo grado. Ad oggi non sono ancora definite le funzioni di questa Assemblea, né le modalità di elezione dei suoi membri. 
L’incontro sarà presieduto da P. Sylvester nelle veci del direttore generale; parteciperanno i responsabili generali dei consacrati e delle consacrate; è prevista una riunione con il Delegato Pontificio.
Prima della conclusione dell’incontro, tra i partecipanti, saranno nominati (con una metodologia ancora da definire) quattro membri che costituiranno una commissione permanente dei rappresentanti di primo e secondo grado. La costituzione di questa commissione stabile è un incarico che il Delegato Pontificio ha dato al Direttore Generale del Regnum Christi, con l’obbiettivo di consentire l’opportuna partecipazione dei membri di primo e secondo grado all’elaborazione del loro proprio Statuto e alla configurazione dello Statuto Generale del Regnum Christi. I membri di questa commissione permanente saranno gli interlocutori del Delegato e dei governi generali fino al momento in cui sarà approvato definitivamente lo Statuto Generale del Regnum Christi.

Come saranno scelti i rappresentanti di ogni territorio
Il direttore territoriale della Legione di Cristo e i responsabili territoriali del terzo grado fisseranno, in ogni territorio, il modo in cui saranno nominati i rappresentanti. Si spera che, nel gruppo finale, ci saranno rappresentanti di tutte le sezioni, gradi e livelli. I territori avranno un numero di rappresentanti proporzionale al numero di membri: Messico e Monterrey, 5 rappresentanti ciascuno; America del Nord, Spagna, Cile-Argentina, Venezuela-Colombia ed Europa Centrale e Occidentale, 4 rappresentanti ciascuno; Italia e Brasile, 3 rappresentanti.
Saranno in totale 36 rappresentanti, che dovranno parlare inglese o spagnolo, ed è bene che si distinguano per la prudenza e l’autorità morale, che diano testimonianza di fedeltà agli impegni presi con Dio e con il Movimento e ispirino fiducia per la loro capacità di relazione, dialogo, ascolto e lavoro in squadra.

È possibile scaricare la lettera in formato pdf cliccando qui.

***

1 aprile 2013

 

Ai membri di primo e secondo grado
del Movimento Regnum Christi

Vi invio un saluto cordiale e i miei auguri nel giorno in cui Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato e ci ha aperto le porte del cielo. A Roma, abbiamo potuto seguire, pieni di gratitudine, l’inizio del Pontificato di Papa Francesco e qui ho pregato per tutti voi, in questi giorni santi, soprattutto per coloro che hanno fatto esercizi spirituali e missioni di evangelizzazione.

Con questa lettera vorrei spiegarvi quale sarà il processo per la revisione degli Statuti dei membri di primo e secondo grado, che sono, nella Chiesa, una «bella realtà, di grande rilevanza e significato» (Lettera del Delegato Pontificio, 11  luglio 2012) . Prima di tutto vorrei inquadrare questo momento all’interno del cammino che stiamo percorrendo e poi spiegherò, più in dettaglio, in che cosa consisterà.

  1. Il contesto del cammino di rinnovamento della Legione e del Regnum Christi

Nel considerare il Movimento Regnum Christi, in questo momento preciso della sua storia, partiamo da un fatto duplice: da un lato, siamo una realtà carismatica approvata dalla Chiesa; dall’altro, per mandato della stessa Chiesa, stiamo rivedendo il carisma ricevuto per comprenderlo meglio e stiamo rivedendo anche la struttura giuridica per custodire e promuovere, nel modo migliore, il dono ricevuto.

Con la lettera del 19 ottobre 2012, il Delegato Pontificio ha pubblicato la bozza dei Lineamenti del carisma del Movimento Regnum Christi e ha annunciato che, a partire da questi Lineamenti essenziali, le diverse componenti del Regnum Christi rivedranno ciascuno la propria normativa.

Esiste pertanto un unico carisma del Regnum Christi dal quale nascono una spiritualità e una missione comuni, vissute attraverso vocazioni differenti ciascuno secondo il proprio stato di vita (Lettera del Delegato Pontificio, 11 luglio 2012). Prima di determinare la configurazione giuridica dell’insieme del Regnum Christi, il Delegato Pontificio ritiene che sia necessario che ogni componente del Movimento rifletta sulla propria identità e sulla propria relazione con l’insieme.

Così come i Legionari stanno rivedendo le loro Costituzioni e, i membri consacrati, i propri Statuti, anche il gruppo di primo e secondo grado deve rivedere il proprio Statuto, a partire da quello esistente. Si tratta di un testo che deve riflettere, in poche pagine, l’identità, il modo proprio di comprendere e vivere il carisma del Regnum Christi, le diverse forme di appartenenza (gradi e livelli), gli impegni presi con l’adesione, le relazioni di collaborazione con le altre componenti, ecc.

Fatto questo, si potrà fare l’ultimo passo, quello di elaborare, con la partecipazione di rappresentanti di tutte le componenti del Regnum Christi, lo Statuto Generale che definirà quel che è comune a tutti: carisma, spiritualità, missione, governo dell’apostolato e amministrazione.

Ricapitolando possiamo dire che il cammino si svolgerà, pertanto, in tre tappe: la prima tappa ci ha condotto al riconoscimento e alla formulazione dell’unico carisma del Regnum Christi. La seconda tappa consiste nella riflessione, delle diverse componenti, sulla propria identità e sulla propria normativa. La terza tappa consisterà nella configurazione giuridica dell’insieme, attraverso uno Statuto Generale.

2. Partecipazione del primo e del secondo grado

Affinché i membri stessi del primo e del secondo grado possano partecipare, come conviene all’elaborazione del proprio statuto e alla configurazione dell’insieme, il Delegato ha dato al Direttore Generale del Regnum Christi l’incarico di costituire una commissione stabile di rappresentanti del primo e del secondo grado, composta di quattro membri, che saranno gli interlocutori del Delegato e dei governi generali, nel cammino che ancora dobbiamo percorrere per arrivare all’approvazione definitiva di uno Statuto Generale del Regnum Christi.

Dopo aver consultato il mio consiglio, i responsabili generali dei consacrati e i direttori territoriali, i responsabili territoriali e alcuni membri di primo e di secondo grado di diversi Paesi, ho programmato un incontro di rappresentanti del primo e secondo grado, a Roma, dal 6 all’8 giugno 2013 (arrivo giorno 5 e partenza giorno 9) con i seguenti obiettivi:
  • Condividere le riflessioni sui Lineamenti del carisma che sono state fatte nei diversi territori, sebbene l’approvazione definitiva di una formulazione del carisma sarà rimessa all’Assemblea Generale, cui prenderanno parte Legionari, membri consacrati e laici di primo e secondo grado;
  • Elaborare tutti insieme, a partire dagli Statuti approvati, i suggerimenti per lo Statuto di primo e secondo grado da presentare al Delegato, che determinerà i passi successivi.

Questi giorni di riunioni saranno presieduti da me, come direttore generale in funzione di tutto il Movimento. Parteciperanno anche i responsabili generali dei consacrati e delle consacrate. Il programma includerà un incontro con il Delegato Pontificio. Prima di concludere queste giornate, secondo una metodologia che è ancora da definire, tra gli stessi partecipanti, saranno nominati i quattro membri che costituiranno la commissione permanente di rappresentanti di primo e secondo grado.

Tenendo conto della distribuzione a livello internazionale dei membri del Movimento, i territori di Messico e Monterrey invieranno 5 rappresentanti ciascuno; America del Nord, Spagna, Cile-Argentina, Venezuela-Colombia ed Europa Occidentale e Centrale, 4 rappresentanti ciascuno; Italia e Brasile, 3 rappresentanti. Il direttore territoriale della Legione e i responsabili territoriali del terzo grado fisseranno, in ogni territorio, la modalità per nominare i rappresentanti in modo che, nei limiti del possibile, partecipino membri delle diverse città e/o paesi del territorio. È auspicabile che, nel gruppo finale dei partecipanti, ci saranno membri di tutte le sezioni (adulti, uomini e donne; ragazzi e ragazze), gradi e livelli.

Come condizioni generali per prendere parte a questo incontro, oltre a parlare spagnolo o inglese, è opportuno che coloro che saranno rappresentanti siano persone:

  • Che si distinguono per la prudenza e l’autorità morale;
  • Che danno testimonianza di fedeltà agli impegni presi con Dio e il Movimento;
  • Che ispirano fiducia per la loro capacità di dialogo, ascolto e lavoro in equipe;
  • Che sanno promuovere e stimolare il cammino del Regnum Christi sotto la guida del Delegato Pontificio.

Le spese di viaggio sono a carico di ciascuno o della città o del territorio che si rappresenta e le spese di vitto e alloggio, in uno dei nostri centri, saranno coperti dalla Direzione Generale. Per coordinare tutti gli aspetti pratici sarà creata una segreteria organizzativa che si metterà in contatto con i rappresentanti, nella prima settimana del mese di maggio, per cui la nomina di questi, in ogni territorio, deve avvenire prima del giorno 1 maggio 2013.

All’incontro di giugno seguiranno altre tappe che, in questo momento, ancora non sono state chiaramente definite dal Delegato Pontificio. Si tratta di un cammino che stiamo percorrendo passo dopo passo al fine di avere il nuovo Statuto Generale del Regnum Christi definito e approvato dalla Chiesa. Sebbene per tutti noi sia un cammino sconosciuto e pertanto ci possa creare qualche insicurezza, avanziamo sotto la guida e l’autorità del Delegato Pontificio, con fiducia nell’azione dello Spirito Santo, nella forza viva del carisma ricevuto e con la buona volontà di tutti coloro che con impegno umile si uniranno al lavoro di portare alla sua pienezza questa opera di Dio.

Come ci scriveva il Delegato Pontificio, «Non si sta creando qualcosa di nuovo, bensì si cerca di interpretare e rinnovare quanto già esiste secondo il riconoscimento che la Chiesa ha dato nell´approvare la Congregazione dei Legionari di Cristo e le sue Costituzioni (1983) e, posteriormente, il Movimento Regnum Christi e i suoi Statuti (2004)» (11 luglio 2012).

Ringrazio di cuore per il lavoro che già è stato realizzato nella revisione dei Lineamenti del carisma e ringrazio in anticipo per la collaborazione che, ne sono sicuro, darete per la preparazione dello Statuto di primo e secondo grado.

Mettiamo nelle mani della Vergine Maria tutti i membri del Movimento e le loro intenzioni, le loro responsabilità e la missione. Che Lei ci aiuti a crescere continuamente nell’autentico spirito di corpo che si esprime nella capacità di collaborazione per il bene della comune missione. Lei, Madre della Chiesa e del Movimento ci conceda anche la grazia di vivere tutte le situazioni e le sfide della vita, nel Movimento, con profondo atteggiamento di fede, con realismo soprannaturale, con prudenza, serenità e un grande impegno nella ricerca del bene di tutto il corpo.

Vostro affezionatissimo fratello e servitore,

P. Sylvester Heereman, L.C.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2013-04-02


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere I membri di primo e secondo grado iniziano la riflessione sulla propria identità e normativa ai tuoi preferiti?
Sì   -    No