Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
P. Carlos Blanco, L.C. è il nuovo parroco a Busa di Vigonza (PD) (Articolo)
La Santa Sede approva le Costituzioni dei Legionari di Cristo (Articolo)
Il "momento" dei laici nel Regnum Christi (Articolo)

Prendi il largo…
ITALIA | APOSTOLATO | NOTIZIE
Il 28 maggio sarà consacrata la chiesa «Duc in altum» del Magdala Center.

Sua Beatitudine Fouad Twal, Patriarca latino di Gerusalemme, celebrerà il rito di dedicazione della chiesa «Duc in Altum» del Magdala Center, in Terra Santa. La cerimonia sarà preceduta dall’inaugurazione del Parco Archeologico di Magdala, alla quale parteciperanno le autorità locali.

La chiesa fa parte di un complesso più ampio, ancora in costruzione, che includerà un albergo, per accogliere i pellegrini che visitano la Terra Santa; un centro multimediale per mostrare il messaggio e la vita di Gesù e anche la storia del luogo; un centro, ispirato alla figura di Maria Maddalena, che promuove la vocazione umana e la dignità della donna; la preservazione e l’esposizione delle rovine di una sinagoga che risale ai tempi di Gesù.

Il santuario «Duc in altum» è dotato di una cappella principale preceduta da un atrio ottagonale. Ciascuna delle colonne dell’atrio è dedicata a una delle donne che hanno accompagnato Gesù nella sua vita pubblica. Il complesso architettonico ha anche quattro cappelle più piccole con una capienza di 50 persone ciascuna. Sotto la chiesa è stata costruita una cripta con una cappella ecumenica il cui pavimento è quello del mercato di Magdala ai tempi di Cristo.

Con una lettera del 26 giugno 2012, Mons. Fouad Twal ha approvato il nome della chiesa, «Duc in altum» e ha dato il suo parere positivo per l’altare della cappella che ha la forma di una barca. Mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo vescovo ausiliare in Galilea e Vicario patriarcale per Israele sarà consigliere per tutte le questioni di ecumenismo.

I Legionari di Cristo sono presenti in Terra Santa dal 2004, quando papa Giovanni Paolo II ha affidato loro la gestione del Pontificio Istituto Notre Dame of Jerusalem Center. Successivamente si è formata una comunità di Consacrate del Regnum Christi e, negli anni, altri membri del Movimento Regnum Christi hanno collaborato alle attività soprattutto all’accoglienza di pellegrini provenienti da tutto il mondo.

Nel 2007 Mons. Michel Sabbah, allora Patriarca latino di Gerusalemme ha approvato il progetto del Magdala Center; l’11 maggio 2009 papa Benedetto XVI ha benedetto la prima pietra e il 30 dicembre dello stesso anno sono iniziati i lavori di costruzione. Quest’opera, che sorge sulle rive del Mare di Galilea, è destinata a completare il servizio per i pellegrini, anche nella zona Nord di Israele.

Quasi dieci anni dopo e con grande impegno e fatica, il nuovo centro per i pellegrini è arrivato a una meta importante. È previsto che Papa Francesco, durante il suo viaggio in Terra Santa, benedica, in una cerimonia privata, il tabernacolo della nuova chiesa del Magdala Center.

«Per me è un sogno che diventa realtà» dice P. Juan Solana, L.C. incaricato della Santa Sede per il Pontificio Istituto Notre Dame di Gerusalemme e direttore del progetto Magdala, «Un sogno che è nato nel cuore di Dio, che ama la Chiesa, che ama la sua Terra Santa e che ama le donne. La benedizione di papa Benedetto, l’aiuto di numerosi volontari e quello dei benefattori, la scoperta di rovine tanto importanti sono il sigillo di una benedizione di Dio e di un disegno voluto da Lui in questo momento della vita del mondo e della Chiesa».

Clicca qui per informazioni sulla cerimonia di inaugurazione del Magdala Center.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-04-10


 
 

Related links

Gioventù e Famiglia Missionaria
Madonna pellegrina
New Gate Tours Italia
Vocazione.org


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Prendi il largo… ai tuoi preferiti?
Sì   -    No