Ricerca   Lingua 
 

La GMG con il Regnum Christi, a Cracovia (Articolo)
Si è conclusa l´Assemblea territoriale del Regnum Christi (Articolo)
Missioni di Settimana Santa 2016 (Articolo)
Assemblea territoriale del Processo di Revisione degli Statuti (Articolo)
La lingua materna dell’Europa è il cristianesimo (Articolo)

Comunicato sul processo di revisione della Bozza dello Statuto generale del Regnum Christi
ITALIA | ATTUALITA | NOTIZIE

logo-regnum-christi-legionari-di-Cristo

Venga il tuo Regno!


Roma, 18 dicembre 2017


A tutti i membri del Regnum Christi


Carissimi in Gesù Cristo,


vi inviamo un saluto cordiale in questo tempo di Avvento, che ci riempie di gioia in modo particolare per la recente ordinazione a Roma di trentatrè sacerdoti legionari di Cristo, al servizio della Chiesa e del Movimento Regnum Christi.


L’assimilazione delle Assemblee territoriali


Nei giorni scorsi si sono concluse le assemblee territoriali comuni e quelle dei rami consacrati per analizzare la Bozza dello Statuto generale del Regnum Christi che abbiamo pubblicato con la lettera dello scorso 23 maggio.


Vogliamo ringraziare tutti voi per l’impegno e la dedizione di questi mesi nel portare avanti questo processo di revisione della bozza, in mezzo a tanti altri impegni apostolici. Esprimiamo anche il nostro riconoscimento e la nostra gratitudine a p. Gianfranco Ghirlanda, S. I., che ci ha accompagnato in questo periodo, come espressione della vicinanza e della maternità della Chiesa.


Nelle prossime settimane ci dedicheremo ad assimilare nel Comitato generale e insieme ai nostri consigli generali le conclusioni delle assemblee territoriali comuni e dei rami consacrati, per continuare a elaborare il materiale per le prossime assemblee e il Capitolo generale.


Voi stessi potrete consultare i risultati delle assemblee comuni sulla pagina internet rcstatutes.org.


Studieremo approfonditamente questi risultati durante la IV riunione plenaria del Regnum Christi, che si svolgerà a Roma dal 22 al 25 gennaio, alla quale parteciperanno i consiglieri e gli amministratori generali dei rami consacrati e cinque membri laici del Movimento: Mike Williams, dell’America del Nord, José Antonio Lebrija, del Messico, Francisco Gamez, del Venezuela, Luiz Flavio Azevedo, del Brasile e Carmen Fernández, della Spagna.


Indicazioni della CIVCSVA


Come abbiamo scritto nell’allegato 2 della Bozza dello Statuto generale: «L’Assistente pontificio è in dialogo con la Santa Sede su questa proposta in modo che, se ci fossero aspetti da riconsiderare, si suppone che ce li potrà segnalare prima dell’Assemblea generale straordinaria del 2018» (BSGRC, Allegato 2 “La scelta per la Federazione”).


Da allora, noi tre moderatori generali dei rami consacrati ci siamo recati più volte nella sede della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica (CIVCSVA), accompagnati dall’assistente pontificio, p. Gianfranco Ghirlanda. Questo dicastero è l’istanza attraverso cui dialoghiamo con la Santa Sede per la configurazione canonica del Movimento.


In ottobre abbiamo presentato di nuovo una richiesta formale di approvazione delle associazioni dei Laici Consacrati e delle Consacrate del Regnum Christi.


Il 12 dicembre, festa della Madonna di Guadalupe, noi tre moderatori abbiamo incontrato il segretario generale della CIVCSVA, mons. José Rodríguez Carballo, O.F.M., e il sottosegretario del dicastero, p. Sebastiano Paciolla, O.Cist. In questa riunione ci hanno ricordato le condizioni alle quali la CIVCSVA può approvare un movimento che riunisca in una figura giuridica tutte le vocazioni che vivono il carisma del Regnum Christi. Durante questo incontro, mons. Rodríguez Carballo



  • Ha manifestato di nuovo la disponibilità della CIVCSVA ad approvare il Regnum Christi secondo la proposta della Bozza dello Statuto generale, cioè come una federazione tra i tre rami consacrati a cui i membri laici si associano individualmente, formando un solo e unico movimento.

  • Ci ha informato che nel rispetto delle competenze di questo dicastero, la costituzione della Federazione avrebbe le seguenti implicazioni:



  1. Affinché sia possibile avere una federazione che comprende una congregazione religiosa (la Legione di Cristo) tutti i suoi membri devono dipendere dalla CIVCSVA.

  2. I Laici Consacrati e le Consacrate non possono ricevere l’approvazione come associazioni di fedeli secondo la configurazione che avevamo presentato. Dovrebbero scegliere una figura canonica la cui approvazione sia di competenza del Dicastero. Dopo aver dialogato con il dicastero e avendo ascoltato i consigli generali, abbiamo proposto che siano società di vita apostolica laicale, perché ci sembra la figura più adeguata e conforme alla nostra identità. La natura delle società di vita apostolica è descritta nei canoni 731-746 del Codice di Diritto Canonico. Con i governi generali dei Laici consacrati e delle Consacrate stiamo analizzando le implicazioni che questo avrebbe per poter presentare un documento esplicativo a tutti i membri e presentare la proposta all’approvazione delle Assemblee generali dei rispettivi rami.

  3. Gli organi di governo generale e territoriali della Federazione devono essere composti da membri dei rami consacrati, che sono coloro che si federano. I membri laici, che si associano individualmente alla Federazione, potrebbero partecipare al governo generale e territoriale con voto consultivo.

  4. C’è la possibilità che gli organi di governo generale e territoriali possano essere presieduti da un membro di uno qualunque dei rami che si federano, se vogliamo.

  5. I capitoli della Bozza dello Statuto che riguardano i membri laici si dovranno raccogliere in un regolamento distinto dallo Statuto.      


Come dicevamo nella lettera del 12 ottobre 2016 «Probabilmente non esiste una soluzione perfetta né per formulare il carisma e la spiritualità del Movimento, poiché, trattandosi di una realtà soprannaturale, il linguaggio è sempre limitato né per la nostra configurazione canonica». Sebbene questa soluzione non ci sembri pienamente soddisfacente, crediamo che sia un passo avanti nel cammino di istituzionalizzazione del Movimento Regnum Christi.


Il Capitolo e le assemblee generali in due momenti


Di fronte a queste modifiche ci vediamo costretti a introdurre alcuni cambiamenti significativi alla Bozza dello Statuto generale e al suo processo di revisione. Per questo motivo e anche perché molte assemblee territoriali hanno suggerito di procedere senza fretta in questo cammino di tale trascendenza, il Comitato generale ha proposto e abbiamo ottenuto il consenso dei nostri consigli generali che il Capitolo generale della Legione, le Assemblee generali dei Laici Consacrati e delle Consacrate e l’Assemblea generale comune si svolgano in due momenti.


Pertanto, vi prenderanno parte gli stessi partecipanti per ufficio ed eletti dai rami consacrati. Il primo momento i svolgerà nelle date già stabilite, per assimilare i risultati delle assemblee territoriali comuni e dei rami consacrati e analizzare l’impatto delle nuove variabili introdotte nella bozza dello Statuto, secondo le indicazioni della CIVCSVA. Servirà anche per avanzare nel discernimento dei temi nei quali ancora non si è trovato un consenso nelle assemblee territoriali.


In questo primo momento delle assemblea generali dei Laici Consacrati e delle Consacrate, dovremo analizzare se accettiamo la configurazione come società di vita apostolica. In caso affermativo, presenteremo la richiesta di erezione alla CIVCSVA, a norma del diritto.


Insieme ai membri laici che parteciperanno all’Assemblea generale comune, rifletteremo sul modo in cui le variabili introdotte nello Statuto generale custodiscano e promuovano la dignità e la ricchezza della loro vocazione nel Movimento.


Si prevede che alla fine del 2018 avrà luogo il secondo momento del Capitolo e delle Assemblee generali. In questo secondo momento si voterà numero per numero la Bozza dello Statuto generale per presentare il testo finale dello Statuto alla CIVCSVA, una volta che sia stato ratificato dagli organi supremi di ciascun ramo consacrato. La modalità di partecipazione dei membri laici si vedrà nella stessa assemblea comune del 2018.


Confidiamo che, sebbene il cammino si presenti adesso più lungo e diverso da quello che ci eravamo aspettati, ci servirà per proseguire la riflessione, il dialogo e la ponderazione che un processo come questo richiede.


Siamo decisi a proseguire su questo percorso in comunione con la Chiesa e in obbedienza alla Chiesa, fiduciosi che il Signore continuerà a guidare e benedire.


Vorremmo soprattutto che questo processo fosse in se stesso un cammino di rinnovamento interiore, di gratitudine, di configurazione con Gesù Cristo.


Affidiamo tutto questo a Nostra Signora di Guadalupe.


Cogliamo l´occasione per augurare a tutti voi un fecondo tempo di Avvento, un felice Natale e un nuovo anno pieno di grazie e benedizioni apostoliche.


Affezionatissimi in Gesù Cristo,


P. Eduardo Robles-Gil, L.C., Direttore generale della Legione di Cristo


Gloria Rodríguez, Direttrice generale delle Consacrate del Regnum Christi


Jorge López, Responsabile generale dei Laici Consacrati del Regnum Christi.


 (Traduzione italiana dall´originale
in lingua spagnola)


 







FECHA DE PUBLICACIÓN: 2017-12-20


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


¿Deseas agregarComunicato sul processo di revisione della Bozza dello Statuto generale del Regnum Christi a tus favoritos?
  -    No