Ricerca   Lingua 
 

È morto, in Messico, P. Álvaro Corcuera, L.C. (Articolo)
P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
Ora resta la corona di giustizia (Articolo)
«Il sì umile e trepidante che ora pronuncerete, Vi accompagni come croce e come gloria, per tutta la vita» (Articolo)
Intimità con Cristo e passione evangelizzatrice (Articolo)

Tendete a ideali alti!
ITALIA | NOTIZIE
Nell’udienza del mercoledì, Benedetto XVI commenta l´Incontro Mondiale delle Famiglie a Milano.

Udienza mercoledì 6 giugno 2012.

Si è concluso con la celebrazione della S. Messa, a voler ribadire che al centro di tutto c’è sempre e solo Cristo, al quale tendiamo, il VII Incontro mondiale delle Famiglie, dedicato, quest’anno, al tema della difficile conciliazione tra i tempi da dedicare, necessariamente, al lavoro  e quelli che forse non sono mai sufficienti per festeggiare la vita, per stare, semplicemente, in famiglia.

Un milione di persone, riunite intorno a Benedetto XVI, hanno testimoniato, ancora una volta, l’unica fede in Cristo Salvatore del mondo e la speranza che tutti noi riponiamo nella famiglia, sede degli affetti e cellula della società.

L’Incontro è finito e lascia nelle mani di tutti coloro che hanno risposto al richiamo della Chiesa, l’eredità di continuare a riflettere sui ritmi di vita dei tempi moderni, sulla difficoltà di rimanere uniti nei momenti di crisi, sull’importanza di educare al bello, al buono, al grande.

Nell’udienza del 6 giugno il Papa ha commentato l’Incontro Mondiale della Famiglie e i diversi momenti che lo hanno visto protagonista.

Ai giovani, durante l’incontro con i cresimandi, il Papa ha detto: “tendete ad alti ideali: tutti possono arrivare ad una alta
Duomo di Milano
La Madonnina del Duomo di Milano nei giorni dell'Incontro Mondiale delle Famiglie.
misura, non solo alcuni! Siate santi! […]. La santità è la via normale del cristiano: non è riservata a pochi eletti, ma è aperta a tutti. Naturalmente, con la luce e la forza dello Spirito Santo, che non ci mancherà se estendiamo le nostre mani e apriamo il nostro cuore! E con la guida di nostra Madre. A lei Gesù ci ha affidati tutti, prima di morire sulla croce”.

Durante la Festa delle Testimonianze, dice il Papa, “ho avuto la gioia di incontrare migliaia di persone, un arcobaleno di famiglie italiane e di tutto il mondo, già riunite dal primo pomeriggio in un’atmosfera di festa e di calore autenticamente familiare. Rispondendo alle domande di alcune famiglie, domande scaturite dalla loro vita e dalle loro esperienze, ho voluto dare un segno del dialogo aperto che esiste tra le famiglie e la Chiesa, tra il mondo e la Chiesa. Sono stato molto colpito dalle testimonianze toccanti di coniugi e figli di diversi Continenti, sui temi scottanti dei nostri tempi: la crisi economica, la difficoltà di conciliare i tempi del lavoro con quelli della famiglia, il diffondersi di separazioni e divorzi, come anche interrogativi esistenziali che toccano adulti, giovani e bambini. Qui vorrei ricordare quanto ho ribadito a difesa del tempo della famiglia, minacciato da una sorta di «prepotenza» degli impegni lavorativi: la domenica è il giorno del Signore e dell’uomo, un giorno in cui tutti devono poter essere liberi, liberi per la famiglia e liberi per Dio. Difendendo la domenica, difendiamo la libertà dell’uomo!”.

“Da Milano” ha concluso Benedetto XVI, “è stato lanciato a tutto il mondo un messaggio di speranza, sostanziato di esperienze vissute: è possibile e gioioso, anche se impegnativo, vivere l’amore fedele, «per sempre», aperto alla vita; è possibile partecipare come famiglie alla missione della Chiesa ed alla costruzione della società”.

 


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2012-06-11


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Tendete a ideali alti! ai tuoi preferiti?
Sì   -    No