Ricerca   Lingua 
 

La GMG con il Regnum Christi, a Cracovia (Articolo)
Si è conclusa l´Assemblea territoriale del Regnum Christi (Articolo)
Missioni di Settimana Santa 2016 (Articolo)
Assemblea territoriale del Processo di Revisione degli Statuti (Articolo)
La lingua materna dell’Europa è il cristianesimo (Articolo)

Via Crucis
INTERNAZIONALE | PRESENTAZIONE GENERALE
È la contemplazione dei momenti supremi della donazione di sé compiuta da Cristo per la nostra redenzione.

viacrusis tema
La via crucis è un esercizio fortemente radicato nella pietà tradizionale della Chiesa cattolica e rende viva, nella mente e nel cuore, la contemplazione degli intensi momenti della donazione di sé compiuta da Cristo per la nostra redenzione. Genera atteggiamenti intimi e cordiali di compunzione di cuore, di fiducia, gratitudine, generosità ed identificazione con Cristo.

Questa forma di meditazione, quasi drammatizzata ed alternata da canti e preghiere, ci aiuta non solo a ricordare i patimenti di Cristo, ma anche a scoprirne la profondità, il parossismo, il mistero complessissimo, in cui il dolore umano nel suo grado sommo, il peccato umano nella sua ripercussione più tragica, l’amore nella sua espressione più generosa ed eroica, la morta nella sua vittoria più crudele e nella sua sconfitta più definitiva, si incrociano in un’impressionante battaglia.

INTRODUZIONE

         
Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Padre Santo, rivolgi il tuo sguardo benevolo su di noi che, assieme a Gesù, ci accingiamo a percorrere il cammino luminoso della croce.  Per Cristo nostro Signore.

Oppure:
O Dio, rivolgi il tuo sguardo benevolo su di noi che, assieme a Gesù, ci accingiamo a contemplare i misteri della sua Passione; educaci alla scuola del dolore redentore, affinché sappiamo scoprire e accettare la nostra croce, abbracciandola con amore.  Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Durante il tragitto alla prima stazione, tutti recitano un Padre nostro.


Guida:


Prima stazione. Gesù viene condannato a morte

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi, che il tumulto cresceva sempre più, presa dell’acqua, si lavò le mani davanti alla folla: «Io non sono responsabile, disse, di questo sangue; vedetevela voi!». E tutto il popolo rispose: «Il suo sangue ricada sopra di noi e sopra i nostri figli». Allora rilasciò loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò ai soldati perché fosse crocifisso.
(Mt 27, 24-26)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Ti chiediamo, Dio nostro, di insegnarci a ringraziare e a corrispondere a tutto ciò che Cristo soffrì per amor nostro, dando la sua vita per noi sulla croce e spargendo il suo sangue perché noi ci salvassimo. Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Seconda stazione. Gesù è caricato della croce

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Allora i soldati lo condussero dentro il cortile, cioè nel pretorio, e convocarono tutta la coorte. Lo rivestirono di porpora e, dopo aver intrecciato una corona di spine, gliela posero sul capo. Cominciarono poi a salutarlo: «Salve, re dei Giudei!». E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano davanti a lui. Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo.
 (Mc 15,16-20)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Concedici, Signore, di esserti fedeli non solo nei momenti di prosperità, quando la fedeltà non risulta difficile, ma anche nelle ore amare della vita, perché è soprattutto allora quando vale la pena di essere fedeli, seguendo le orme di Cristo verso la croce. Te lo chiediamo per lo stesso Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Terza stazione. Gesù cade per la prima volta

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Ricordatevi della parola che vi ho detto: un servo non è più grande del suo padrone. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma tutto questo vi faranno a causa del mio nome.
(Gv 15, 20-21)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Concedici, o Dio, di non pensare a vite senza croci, ma a croci con Cristo; perché la croce è uno strumento connaturato alla vita dell’uomo, specialmente per quelli che hanno accettato di seguire Cristo lungo la via del Calvario. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Quarta stazione. Gesù incontra sua madre

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Al vederlo restarono stupiti e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto così? Ecco, tuo padre ed io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?».
(Lc 2,48-49)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Grati, Signore, per il limpido esempio di fede che ci hai lasciato in Maria, ti chiediamo che, meditando e soffrendo con lei, cresca in noi la comprensione dei misteri di Cristo, e che la fede diventi la nostra fortezza e sicurezza fino alla fine della nostra vita. Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Quinta stazione. Gesù viene aiutato dal cireneo a portare la croce

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:               
Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. Allora costrinsero un tale che passava, un certo Simone di Cirene, a portare la croce.
(Mc 15, 20-21)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Signore Gesù Cristo, donaci la grazia di portare con entusiasmo e costanza la croce che benignamente ci hai donato per accompagnarti sulla via del Calvario, spinti dall’amore per le anime lontane da Te. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen.

Guida:

Sesta stazione. La veronica asciuga il volto di gesù

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Venite, benedetti dal Padre mio, ricevete in eredità il Regno [...] perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi.
(Mt 25, 24-36)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Signore onnipotente, davanti all’esempio della Veronica che onora Cristo e gli rende il sincero omaggio del proprio amore e della propria gratitudine, donaci la tua fortezza perché siamo uomini del Regno che non si arrendano davanti a una prospettiva di croce e di sofferenza. Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Settima stazione. Gesù cade per la seconda volta

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Beati i miti, perché erediteranno la terra; beati gli afflitti, perché saranno consolati; beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
(Mt 5, 4.5.10)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Signore Gesù, coscienti del fatto che Tu meriti tutto da parte nostra e che la nostra donazione sarà sempre insignificante, guarda benigno il nostro sforzo di donare la nostra stessa vita senza calcolo e senza misura, e sii la garanzia della nostra vittoria finale. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen.

Guida:

Ottava stazione. Gesù consola le pie donne

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
«Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Chi avrà dato anche un solo bicchiere d’acqua fresca ad uno di questi piccoli, perché è mio discepolo, in verità vi dico: non perderà la sua ricompensa».
(Mt 10, 40-42)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Padre di bontà, illumina la nostra mente e il nostro cuore per comprendere tutto ciò che Cristo vuole essere per ciascuno di noi; e donaci di godere del perdono e della pace acquistata dal suo generoso sacrificio. Per lo stesso Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Nona stazione. Gesù cade per la terza volta

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
E disse loro: «Vegliate e pregate per non cadere in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole». E di nuovo, allontanatosi, pregava dicendo: «Padre mio, se questo calice non può passare da me senza che io lo beva, sia fatta la tua volontà».
(Mt 26, 41-42)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Padre santo, fa’ che comprendiamo come non importa cadere mille volte quando ciò che si ama è la lotta, e non la caduta; Donaci la forza per lottare continuamente, certi che Cristo gradisce maggiormente lo sforzo di una lotta continua che una vittoria facile e comoda. Te lo chiediamo per lo stesso Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:
Decima stazione. Gesù viene spogliato delle sue vesti.

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Giunti a un luogo detto Gòlgota, che significa luogo del cranio, gli diedero da bere vino mescolato con fiele; ma egli, assaggiatolo, non ne volle bere. Dopo averlo quindi crocifisso, si spartirono le sue vesti, tirandole a sorte. E, sedutisi, gli facevano la guardia.
(Mt 27, 33-36)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Signore, imprimi nella nostra coscienza la certezza che quanto più la vita avanza e l’eternità si avvicina, solo l’amore di Cristo resta immutato; fa’ che questo amore sia il nostro tesoro per cui vendiamo tutto, fino a sperimentare la gioia di essere chicchi che muoiono nella terra assieme a Lui. Per lo stesso Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:

Undicesima stazione. Gesù è inchiodato sulla croce.

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Lo crocifissero, e con Lui altri due, uno da una parte e uno dall’altra, e Gesù nel mezzo. Pilato compose anche l’iscrizione e la fece porre sulla croce;  vi era scritto: «Gesù Nazareno, il re dei Giudei». Molti Giudei lessero questa iscrizione, perché il luogo dove fu crocifisso Gesù era vicino alla città; era scritta in ebraico, in latino e in greco.
(Gv 19, 18-20)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Padre ricco di amore che nella croce di Cristo ci hai manifestato la realtà viva del tuo amore personale per ogni uomo, illumina il nostro cuore perché crediamo che non c’è vita più feconda e bella di quella passata inchiodati alla croce per compiere la tua volontà. Te lo chiediamo per  Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen. 

Guida:

Dodicesima stazione. Gesù muore in croce.

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi!». Ma l’altro lo rimproverava: «Neanche tu hai timore di Dio benché condannato alla stessa pena? Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male». E aggiunse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli  rispose: «In verità ti dico, oggi sarai con me in paradiso». Detto questo spirò.
(Lc 23, 39-43.46)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Padre santo, vedendo tuo Figlio sulla croce insultato dai nemici, rinnegato dai suoi,  silenzioso e sofferente per il suo amore per noi, infondici il coraggio necessario per portare la nostra croce con l’ottimismo del cristiano, che nella fede riconosce la trascendenza della sua vita rispetto all’eternità, e per aiutare gli altri a portarla, come buoni samaritani. Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Guida:Tredicesima stazione. Gesù viene calato dalla croce.

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
E uno dei soldati gli colpì il costato con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua. Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera ed egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: «Non gli sarà spezzato alcun osso». E un altro passo della Scrittura dice ancora: «Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto».
(Gv 19, 34-38)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Signore, fa’ che nella estrema solitudine, nel dolore profondo e nelle aspirazioni sofferte  della nostra anima e dei nostri desideri, sappiamo incontrarti, Tu che ti sei abbassato fino a noi, e vivi e regni per tutti i secoli dei secoli.

Tutti:
Amen. 

Guida:Quattordicesima stazione. Gesù è deposto nel sepolcro.

Chi presiede:
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Tutti:
Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Lettore:
Lo calò dalla croce, lo avvolse in un lenzuolo e lo depose in una tomba scavata nella roccia, nella quale nessuno era stato ancora deposto. Era il giorno della Parascéve e già splendevano le luci del sabato. Intanto Maria di Màgdala e Maria madre di Ioses stavano ad osservare dove veniva deposto.
(Lc 23, 53-54; Mc 15, 46-47)

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Dio di misericordia, fa’ che non dubitiamo mai del fatto che Cristo è la vera vita e che con  la sua risurrezione vinceremo la morte. Che Maria, dolce e tenera madre del tuo Figlio, ci accompagni e ci conforti in ogni momento. Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen. 

CONCLUSIONE

Guida:
Preghiamo:

Chi presiede:
Che la tua benedizione, Signore, discenda con abbondanza su questa tua famiglia che ha commemorato la  morte di tuo Figlio nella speranza della sua santa risurrezione; scenda su di essa il tuo perdono, concedile la tua consolazione, aumenta la sua fede e consolida in essa la redenzione eterna.  Per Gesù Cristo Nostro Signore.

Oppure:
Padre Santo, dopo aver percorso il cammino della croce, concedici la grazia di imprimere nella nostra mente e nel nostro cuore l´immagine di tuo Figlio crocifisso in quell´atto supremo d´amore con cui ha rotto l´amarezza e l´insensatezza del dolore, convertendolo in dolcezza e mezzo indispensabile di salvezza e santificazione.  Che alla costanza del dolore nelle nostre vite, sappiamo rispondere con la costanza dell´amore, e all´intensità della sofferenza con l´intensità dell´offerta. Per lo stesso Cristo Nostro Signore.

Tutti:

Amen.


FECHA DE PUBLICACIÓN: 2008-07-25


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


¿Deseas agregarVia Crucis a tus favoritos?
  -    No