Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
I Legionari nella parrocchia dei Santi Apostoli e Biagio, a Firenze (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

I Legionari di Cristo e il lavoro nelle parrocchie italiane.
ITALIA | ATTUALITA | NOTIZIE

P. Riccardo Garzari, L.C. ordinato sacerdote da SER card Velasio De Paolis, 12 dicembre 2011
P. Riccardo Garzari, L.C. appena ordinato sacerdote da SER card. Velasio De Paolis, C.S.

Nel corso degli ultimi mesi del 2012, alcuni Legionari di Cristo hanno ricevuto il nuovo incarico di parroco o vice parroco in diverse città italiane ma non solo.

P. Riccardo Garzari, Legionario di Cristo, ordinato sacerdote nel 2011, è da poco il nuovo cappellano dell’Università di Palermo in sostituzione di P. Alberto Avi, L.C. che lo scorso 12 gennaio si è insediato come parroco della chiesa dedicata alla Madonna di Lourdes, su invito del Card. Paolo Romeo, arcivescovo del capoluogo siciliano.

Negli anni di pratica apostolica, in cui i Legionari, dopo gli studi di filosofia e teologia, si dedicano all’apostolato nei centri del Regnum Christi o al servizio delle diocesi, ha collaborato con la diocesi di Asti e poi con quella di Palermo, dove risiede attualmente.

P. Riccardo, ci aiuta a ripercorrere la storia della Legione in Italia?

Da molto tempo volevo scrivere per sfatare un “mito” che si è formato negli anni: i Legionari di Cristo non collaborano con le parrocchie. La nostra Congregazione non è ancora molto conosciuta in Italia. I Legionari sono riconoscibili per l’abbigliamento molto formale (a Roma affollano piazza San Pietro, durante l’Angelus, come una macchia nera), e per l’attività accademica (abbiamo due università a Roma) ma poco si sa, a livello italiano, di cosa facciano, o, per meglio dire, facciamo, visto che anch’io collaboro al lavoro di evangelizzazione, in prima linea, della Legione di Cristo in Italia, nel mio caso concreto a Palermo.

I Legionari di Cristo, come sappiamo dalle pagine della loro storia, sono approdati in Italia per studiare nelle facoltà teologiche di Roma e poi tornare a evangelizzare il Messico e in generale l’America latina. Il loro lavoro di evangelizzazione in Italia, dunque, allora non era tra le nostre priorità, data la forte presenza della Chiesa in Italia, questa non era “terra di missione”. I giovani Legionari, studenti delle università pontificie, nel tempo libero dallo studio collaboravano con le parrocchie di Roma e dintorni, come catechisti o animatori dell’oratorio.

Negli anni 90, il Santo Padre Giovanni Paolo II ha chiesto esplicitamente alla nostra Congregazione di prendere parte a quella che lui stesso ha definito “Nuova Evangelizzazione”, rivolta
El P. Juan José Arrieta, L.C. dirige unas palabras a los fieles el día de su toma de posesión como párroco de la basílica de Nuestra Señora de Guadalupe, en la ciudad de Roma.
Il nuovo parroco, P. Juan José Arrieta, L.C., si rivolge all’assemblea.
soprattutto ai Paesi di “antica evangelizzazione”, come l’Europa e, appunto, l’Italia.

Come avete risposto a questo invito del Papa?

Ci siamo subito resi conto che era necessario avere religiosi italiani e abbiamo cominciato a lavorare per aprire un seminario minore, la nostra Scuola Apostolica, e il Noviziato (che oggi è a Gozzano in provincia di Novara), per ospitare i primi giovani che sentivano la chiamata a seguire Gesù nella nostra Congregazione. Alcuni sacerdoti sono stati impegnati nell’accompagnamento spirituale di quei giovani, nel discernimento di una possibile vocazione alla vita consacrata nella Legione di Cristo, passando per le diverse tappe della vita in seminario e poi in noviziato fino al passaggio in comunità.

La ricerca vocazionale è passata attraverso la collaborazione con la pastorale delle parrocchie, soprattutto dell’Italia del Nord, che è sempre stata un terreno fertile per le vocazioni. In accordo con i parroci e
P. Luca Frontali, L.C. insieme alla sua famiglia e a S.E.R. Mons. Claudio Stagni
P. Luca Frontali, L.C. insieme alla sua famiglia e a S.E.R. Mons. Claudio Stagni
nel rispetto delle priorità e delle necessità di ogni diocesi, i Legionari hanno cominciato a lavorare e a farsi conoscere in Italia.

Si sono formate le prime comunità e nelle zone in cui la collaborazione con le parrocchie ha funzionato, l’impegno dei Legionari si è fatto sempre più forte, fino a diventare un impegno a servizio delle diocesi, nell’ambito del lavoro specifico della Chiesa istituzionale.

Che differenza c’è tra il suo lavoro e quello di un parroco, in Italia?

Ogni congregazione religiosa ha un carisma proprio, dono e chiamata da Dio, che deve sviluppare; non tutti i
P. Alberto Avi, L.C.
Padre. Alberto Avi, L.C.
sacerdoti sono necessariamente chiamati alla cura delle anime nelle parrocchie. Data la mancanza, a volte, di pastori nelle diocesi, tuttavia, e data l’urgenza della nuova evangelizzazione, la nostra congregazione ha accettato l’invito delle Chiese locali e la sfida di impegnare alcuni religiosi in un servizio stabile alle diocesi, nelle parrocchie. Le Diocesi, da parte loro, hanno subito riconosciuto l’arricchimento che un carisma dinamico, come quello del
Regnum Christi, apporta alla vita parrocchiale, e ha chiesto ai religiosi di esprimere la loro identità carismatica restando fedeli allo spirito dell’Istituto di cui fanno parte, nell’ambito dell’attività pastorale, e contribuendo alla vita delle parrocchie anche tramite le attività proprie. Questo si traduce in un reale apporto all’evangelizzazione dell’Italia, attraverso il Movimento Regnum Christi nel suo insieme, attraverso il nostro carisma proprio, e per mezzo delle attività apostoliche sviluppate dai membri laici del Movimento Regnum Christi. 

Qual è la situazione attuale? I vescovi chiamano ancora i legionari a collaborare con le parrocchie, anche in questa fase di revisione che la congregazione attraversa?

Lo scorso 12 gennaio, a Palermo, due Legionari si sono insediati come parroco e vicario parrocchiale della chiesa della Madonna di Lourdes: P. Alberto Avi, e P. Rodrigo Serrano, L.C.

La nostra collaborazione con la diocesi palermitana è iniziata circa sette anni fa, quando l’allora
P. Rodrigo Serrano, L.C.
P. Serrano nella chiesa di San Giacomo, Milazzo (ME)
arcivescovo, ha affidato a P. Lauro Vattuone, L.C. romano, la parrocchia di Ustica. Dopo cinque anni, lo ha sostituito P. Andrés Martinez Racionero, L.C., per un anno, poi la parrocchia è stata affidata a don Lorenzo, nel settembre del 2012.

Risalendo l’Italia dal Sud verso il Nord, a Roma, P. Giovanni Arrieta e P. Hugh Ryan, LL.CC. sono rispettivamente parroco e vicario parrocchiale della basilica minore di Nostra Signora di Guadalupe e san Filippo Martire, sulla via Aurelia. In diverse altre parrocchie dell’Urbe i Legionari di Cristo collaborano alla vita parrocchiale, dove svolgono un servizio prezioso nella preparazione dei giovani alla Cresima e approfittano per imparare l’italiano!

Nella Diocesi di Arezzo, a San Sepolcro tre parrocchie sono affidate ai nostri confratelli P. Carlos Blanco, già professore di Teologia Spirituale all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, P. Luis Enrique González e P. Giacinto Muriana.

Nell’Italia del Nord, a Torino, P. Giuseppe Gamelli, molto conosciuto, perché in questi anni ha accompagnato diversi giovani nel discernimento vocazionale attraverso la pagina web www.vocazione.org è attualmente viceparroco della Chiesa di Santa Giulia.

Nella vicina diocesi di Asti, già da nove anni P. Luca Maria Bronzini, è Cancelliere della Curia Vescovile e parroco di San Pietro in Isola d’Asti e Santo Stefano in Montegrosso d’Asti. Instancabile lavoratore, collabora, coadiuvato dai religiosi in pratica apostolica, alla pastorale giovanile della sua vicarìa, a sostegno dei parroci più anziani.

Nella Diocesi di Milano, la comunità dei Legionari di Cristo e quella delle Consacrate del Regnum Christi collaborano a tempo pieno nella parrocchia di San Gottardo al Corso. Il parroco don Dario ha come coadiutore parrocchiale padre Luis Laureán, legionario, che fino all’anno scorso era parroco in Argentina, mentre per la cura dell’Oratorio ha affidato il lavoro al giovane Padre Fabrizio Bazzoni, L.C. che lo conduce in collaborazione con le Consacrate.

Nella Diocesi di Padova, il Vescovo ha affidato ai Legionari, già da sedici anni, la Rettoria di San Canziano, una chiesa del centro storico, per la vicinanza soprattutto con l’Università. L’attuale Rettore è Padre Luca Frontali, L.C. che ha sostituito da quest’anno lo storico Padre Nivardo Quezada, L.C. dopo quasi 11 anni di lavoro nella diocesi. Inoltre la Diocesi ha chiesto a Padre Alberto Zanetti, L.C. di collaborare con la Pastorale Universitaria.

Molte sono le parrocchie, in Italia, attualmente affidate ai Legionari di Cristo e molte di più sono le richieste di aiuto, che arrivano dai Vescovi, che non riusciamo a soddisfare.

«La messe è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe» dice Gesù (Mt 9, 36-38). E io direi che la preghiera per le vocazioni deve essere accompagnata dalla generosità dei giovani e delle famiglie, che sappiano accettare un’eventuale chiamata di Dio al sacerdozio, come i Legionari di Cristo sono generosi nell’aiutare le Diocesi collaborando alle attività delle parrocchie.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2013-03-18


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere I Legionari di Cristo e il lavoro nelle parrocchie italiane. ai tuoi preferiti?
Sì   -    No