Ricerca   Lingua 
 

P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
S. Messa in suffragio di P. Álvaro Corcuera, L.C. (Articolo)
Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione (Articolo)
La propria identità e l’empatia con l’altro (Articolo)
Premio professionalità a New Gate Tours Italia (Articolo)

Medici italiani nel territorio Maya
ITALIA | ATTUALITA | NOTIZIE
Grande successo del “Progetto Salute” nelle selve di Quintana Roo. Bella accoglienza da parte della popolazione locale che hanno loro chiesto di tornare.

Un dentista, un osteopata, una ginecologa, due anestesiste, un chirurgo, una capo sala dell’Ospedale Regina Elena di Roma e altri volontari guidati da P. Sergio Córdova, legionario di Cristo hanno sviluppato un “Progetto Salute”, in Messico, dal 6 al 21 agosto 2013.

Gli occhi sorridenti dei bambini di San Juan De Dios, le case variopinte di Chemuyil, la natura incantevole dell’isola di Cozumel, i volti scavati dalla sofferenza degli anziani di Tulum, la magnifica spiaggia Paraiso sempre a Tulum, le rovine maya di Tulum, Coba, Chichen Itza, la gentilezza della popolazione locale, gli sguardi mai indiscreti degli abitanti di Nuevo X-Can, il parco anturale di Xel-Ha, dove l´acqua del mare si combina con l´acqua dolce dei fiumi e delle sorgenti sotterranee, formando un ecosistema incredibile e unico: queste sono le immagini che rimarranno per sempre scolpite nella mente dei medici italiani che hanno accettato la proposta di dedicare parte delle loro vacanze estive al “Progetto Salute”.

Agli Italiani si sono aggiunti alcuni Messicani, due medici, due infermiere e tanti volontari della Fondazione “Fundespen”, diretta da P. Higinio Izquierdo, L.C., e che promuove lo sviluppo umano, morale e integrale delle persone, delle famiglie e dell’intera popolazione maya.

L’assistenza sanitaria statale in Messico non riesce a coprire tutte le necessità e la maggioranza della popolazione non può permettersi l’assistenza medica privato. Ecco quindi che molti tendono a trascurarsi e, specialmente nei villaggi dell’interno, il medico è considerato come un optional. I nativi spesso non conoscono la lingua spagnola. La maggioranza è impegnata nel lavoro dei campi e le famiglie sono tutte molto numerose. Nei villaggi come San Juan de Dios e Nuevo Xcan la presenza dei medici italiani è stata salutata come un avvenimento e molti sono accorsi per farsi visitare. I pazienti hanno apprezzato la gentilezza e la competenza dei medici, e hanno manifestato, ciascuno a suo modo, la loro gratitudine: una signora di 83 anni, dopo la visita medica, è tornata a portare ai medici i frutti del suo orto!

I medici hanno esercitato la loro professione in un contesto di aiuto e di accoglienza della sofferenza e della malattia, sono stati medici e buoni samaritani, hanno portato farmaci e parole di conforto, hanno cercato, attraverso il lavoro di tutti i giorni, di trasmettere Cristo, cercando, sul suo esempio, di curare e guarire quanti si sono avvicinati loro, senza nulla chiedere in cambio.

Ogni giornata di lavoro, si è conclusa con la S. Messa, per rimettere nella mani di Dio le esperienze, i momenti di condivisione e di scambio con i pazienti e con i colleghi italiani e messicani; tutti sono rimasti colpiti dalla semplicità della gente del posto e dalla loro grande religiosità, fatta di gesti piccoli, ricchi di amore.

Dopo una settimana  di servizio medico per le popolazioni locali i medici hanno vissuto un’altra settimana per visitare i posti più belli dello Yucatan: Chichén Itza, Cobá, Ek-Balam, e apprezzare le bellissime spiagge nel mare delle Caraibi.

Grazie, Messico, e a presto!

Qui sotto le interviste che i medici hanno rilasciato a Lorenzo Pisoni e Lara Magliocca per l’agenzia Zenit (www.zenit.org):

Il Messico è vicino.

Medici missionari in Messico

I medici italiani sbarcano sull’isola di Cozumel, in Messico.

"Grazie Italia!": i medici messicani collaborano con i medici italiani.

I medici italiani in missione nella foresta messicana.

I medici italiani approdano ad Akumel, la "Città delle Tartarughe".


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2013-09-12


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Medici italiani nel territorio Maya ai tuoi preferiti?
Sì   -    No