Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
I Legionari nella parrocchia dei Santi Apostoli e Biagio, a Firenze (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

Riconosciamo il Regnum Christi come un dono
ITALIA | ATTUALITA | NOTIZIE
Lettera delle Consacrate del Regnum Christi ai Legionari di Cristo, ai Consacrati e ai membri laici del Movimento.

logo consagradas italiano

Venga il tuo Regno!

 

 

Roma 19 dicembre 2013

 

Ai Legionari di Cristo, ai Laici Consacrati e ai membri laici del Regnum Christi.

 

Carissimi membri della famiglia del Regnum Christi,

 

dopo queste giornate, in cui abbiamo fatto esperienza di discernimento, di ascolto dello Spirito Santo nella preghiera e nelle altre, noi Consacrate che abbiamo preso parte alla nostra prima Assemblea Generale, sentiamo la necessità di rivolgere queste parole di cuore a tutta la famiglia del Regnum Christi.

Vogliamo farlo a partire da un elemento che è chiaro ed è stato rafforzato a conclusione di questa tappa del processo di rinnovamento: il riconoscimento grato della bellezza del piano di Dio. Riconosciamo il Regnum Christi come un dono e, al suo interno, l’esistenza della vocazione alla vita consacrata femminile, la cui identità e missione abbiamo riscoperto e valorizzato con umiltà, come un dono ricevuto, per metterlo a servizio della Chiesa. Confidiamo che l’opera è di Dio e che è Lui che ha portato avanti questo processo e continuerà a guidarci. Così, vogliamo continuare a viverlo, rimanendo sempre in ascolto dello Spirito.

In primo luogo, vogliamo esprimere la nostra gratitudine.

Siamo grate alla Chiesa che, come una madre buona, ha creduto e ci ha fatto vedere di nuovo la bellezza che c’è in questa opera di Dio nonostante le debolezze e i difetti.

Ringraziamo il Card. Velasio De Paolis e il suo consiglio, soprattutto P. Agostino Montan, per l’aiuto incondizionato che ci ha offerto; non solo ci ha aiutato a dare forma a questo cammino di rinnovamento ma, per molte di noi, la sua presenza è stata la garanzia di poter riprendere questo cammino con rinnovata fiducia.

Ringraziamo le nostre sorelle consacrate, però anche tutti i membri della famiglia del Regnum Christi, nelle loro diverse vocazioni, per aver perseverato nelle prove. Abbiamo sofferto insieme e insieme siamo cresciuti nella maturità e nell’amore.

Vogliamo mettere in evidenza la nostra speciale gratitudine per le nostre sorelle maggiori, le prime generazioni di consacrate, che hanno creduto in questo piano di Dio e lo hanno portato avanti con molto impegno e con fedeltà.

Ringraziamo la Legione di Cristo, con la quale siamo nate e dalla quale abbiamo ricevuto tanto. La nostra gratitudine si rivolge in modo particolare a quei Legionari che ci hanno seguito in modo  tanto vicino e con dedizione durante questo percorso e ci hanno offerto, con umiltà e a volte con grande distacco, la cura sacramentale e la formazione. Riconosciamo la loro disponibilità permanente alla missione apostolica, la loro solidità dottrinale e la loro fedeltà al Magistero della Chiesa, il loro cuore sacerdotale e il loro essere uomini di Dio. Tutto questo è un contributo inestimabile per tutta la famiglia del Regnum Christi.

Ringraziamo i Laici Consacrati, nostri fratelli, che abbiamo riscoperto in questi ultimi anni e con i quali abbiamo condiviso sia la fase illuminativa che quella di revisione ed elaborazione degli Statuti e con i quali ci siamo trovati concordi nella realizzazione della missione che condividiamo. La loro vicinanza, il loro realismo e la loro testimonianza hanno significato un forte stimolo per noi in questa tappa.

Ringraziamo i membri laici del Movimento, che sono stati autentici fratelli, sostegno e incoraggiamento nel cammino. Li ringraziamo per averci permesso di fare questo processo e averci stimolato a realizzarlo accettando le conseguenze che comporta. Li ringraziamo anche perché, persino nei momenti più difficili, hanno continuato ad avere fiducia in noi.

Riconosciamo che il piano di Dio è rimasto oscurato per errori che abbiamo commesso e hanno causato sofferenza. Vogliamo assumercene la responsabilità e chiedere perdono:

per i nostri errori involontari in ambiti come quello dell’esercizio dell’autorità, del discernimento vocazionale, dei procedimenti di formazione e della realizzazione della missione. Errori che possono essersi verificati in ogni istituzione formata da persona fallibili e limitate, però che, non per questo, smettono di causare dolore sincero.

Per le nostre mancanze in questi anni del processo di rinnovamento: per non essere state abbastanza aperte all’ascolto e al dialogo; per i momenti in cui abbiamo assunto atteggiamenti di sfiducia o, senza volerlo, abbiamo generato confusione nella famiglia.

Per tutte le volte in cui non abbiamo saputo ringraziare abbastanza per tutte le vostre manifestazioni di sostegno e di vicinanza. E anche per quando ci siamo viste obbligate a ritirarci da alcune città o Paesi, senza aver dato sufficienti spiegazioni.

Un particolare motivo di dolore è stato ed è per le sorelle che non sono rimaste con noi.

Vogliamo includere tutte loro nella richiesta di perdono che facciamo e manifestare loro la nostra profonda gratitudine e riconoscenza per tutto il bene fatto e per tutto quel che ci hanno insegnato. Confidiamo in Dio, con la certezza che Lui tesse storie di amore personale con ciascuna, coscienti che le Sue vie non sono le nostre vie.

Crediamo che questo processo di rinnovamento abbia fatto brillare con maggiore intensità la bellezza del piano di Dio, rivelando il significato di essere una famiglia carismatica e valorizzando, in modo nuovo, la ricchezza di ciascuna delle vocazioni che la costituiscono. È stato molto bello comprendere che ciascuna delle vocazioni nel Regnum Christi ha un’identità propria e al tempo stesso, non si comprende senza fare riferimento alle altre; la scoperta che il germe stesso di ogni vocazione è la chiamata alla comunione con le altre.

Vogliamo rinnovare e rafforzare la fiducia in Dio e tra tutti noi e manifestare il nostro impegno per continuare a cercare strade di riconciliazione, in particolare con la famiglia del Regnum Christi.

Vogliamo continuare ad avanzare in un profondo rinnovamento per costruire il futuro del Movimento fondato sul Vangelo: stabilire processi formativi partendo dalla fiducia e dal rispetto reciproci, aiutando ciascuna e ciascuno a svilupparsi in pienezza; donarci alla missione di estendere il Regno di Cristo, con atteggiamenti di servizio, umiltà e responsabilità; vivere e stimolare lo spirito di comunione e di famiglia nel Regnum Christi testimoniando la carità di parola e di opera e incoraggiando l’apertura e il dialogo nelle relazioni interpersonali; lottare per vivere con coerenza e in profondità la vocazione a cui siamo state chiamate, essendo donne di Dio e vivendo per gli altri nella missione.

Vogliamo chiedervi di continuare ad accompagnarci in questo cammino di rinnovamento, perché non possiamo farlo senza di voi. È un cammino di tutto il Regnum Christi che realizziamo insieme e in modo complementare. Chiediamo la vostra comprensione e il vostro aiuto nei prossimi anni, perché richiedono ancora una dedizione speciale al consolidamento della vocazione femminile nel Regnum Christi e perché dobbiamo accettare di non poter essere presenti in tanti posti come vorremmo e sarebbe opportuno.

Vorremmo anche offrire il nostro accompagnamento nei rispettivi processi, soprattutto adesso, ai membri di primo e secondo grado, nell’elaborazione del loro Statuto e nell’approfondimento della loro identità e missione e tutti insieme avanzare nella configurazione del Regnum Christi nel suo insieme.

Crediamo che, insieme e  consapevoli della supremazia della grazia, potremo accettare le sfide entusiasmanti che ci attendono, nella realizzazione  della nostra vocazione e missione. Vogliamo rinnovare l’opzione per la santità in questo cammino al servizio della Chiesa.

Non possiamo salutarvi senza dirvi quanto vi vogliamo bene e quanto siamo felici di saperci parte di questa grande famiglia. Uniti nel carisma e nella missione che condividiamo di estendere il Regno di Cristo e annunciare il suo vangelo nel mondo.

Con affetto e le nostre preghiere,

Le Consacrate del Regnum Christi


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-01-20


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Riconosciamo il Regnum Christi come un dono ai tuoi preferiti?
Sì   -    No