Ricerca   Lingua 
 

La formazione umana della persona consacrata (Articolo)
Non stancatevi di operare il bene per il Regno di Cristo (Articolo)
Il Papa si dimette dal pontificato (Articolo)
La fede e il coraggio di un grande giurista cattolico (Articolo)
P. Juan José Arrieta è il nuovo Direttore Territoriale per l’Italia (Articolo)

In cosa consiste l’”Anno della Fede”?
ITALIA | ATTUALITA | ARTICOLI DI OPINIONE
Raccomandazioni della Chiesa per viverlo a livello diocesano, parrocchiale e come Movimento.

Annus Fidei 2012-13

In commemorazione dei 50 anni del Concilio Vaticano II, Papa Benedetto XVI ha convocato, per il prossimo 11 ottobre 2012, , un “Anno della Fede” che si concluderà in occasione della solennità di Gesù Cristo, Re dell’Universo, il 24 novembre 2013.

In che cosa consiste e come possiamo viverlo come Movimento ecclesiale?

L’Anno della Fede

Il Santo Padre ha scritto una lettera apostolica in forma di Motu Proprio intitolata “Porta Fidei” (tr: La porta della Fede) in cui convoca l’Anno della Fede. È un invito a una rinnovata conversione al Signore: «Fin dall’inizio del mio ministero come Successore di Pietro ho ricordato l’esigenza di riscoprire il cammino della fede per mettere in luce con sempre maggiore evidenza la gioia ed il rinnovato entusiasmo dell’incontro con Cristo» (Porta Fidei, n.2). Si tratta quindi di celebrare e proclamare la nostra Fede in Cristo morto e risuscitato ed impegnarci per vivere in profondità la nostra fede.

Cosa fare per vivere l’Anno della Fede?

Il Papa esorta i cattolici a:

-      Studiare i documenti del Concilio vaticano II «per comprendere che i testi lasciati
El Papa Benedicto XVI firma la nueva encíclica “Spe salvi”.
Benedetto XVI
in eredità dai Padri conciliari, secondo le parole del beato Giovanni Paolo II, non perdono il loro valore né il loro smalto» (Ibidem, n.5).

-      Intensificare la celebrazione della fede nella liturgia, soprattutto nell’Eucaristia domenicale.

-      Dare testimonianza della propria Fede e condividerla, soprattutto con l’azione evangelizzatrice.

-      Riscoprire i contenuti della propria Fede, esposti principalmente nel Catechismo della Chiesa Cattolica.

Dove vivere l’Anno della Fede?

«Avremo l’opportunità di confessare la fede nel Signore Risorto nelle nostre Cattedrali e nelle chiese di tutto il mondo; nelle nostre case e presso le nostre famiglie, perché ognuno senta forte l’esigenza di conoscere meglio e di trasmettere alle generazioni future la fede di sempre. Le comunità religiose come quelle parrocchiali, e tutte le realtà ecclesiali antiche e nuove, troveranno il modo, in questo Anno, per rendere pubblica professione del Credo» (Ibidem n.8).

Come Movimento Regnum Christi, all’interno delle sezioni, possiamo organizzare differenti attività volte a confermarci nella fede senza trascurare le proposte che verranno dalle nostre diocesi di appartenenza.

Alcuni documenti che possono essere di aiuto per approfondire i contenuti dell’Anno della fede:

Il primo è il Motu ProprioPorta Fidei

La nota con le indicazioni pastorali

Il calendario dell’Anno della Fede

Prepariamoci
Año de la fe.
Il Papa esorta tutti i cattolici a leggere o rileggere i principali documenti del Concilio Vaticano II durante l’Anno della Fede.
a vivere l’Anno della Fede in un clima di gioia per la bellezza di essere cristiani!

Alcuni consigli: 

-      Incoraggiamo i pellegrinaggi dei fedeli nella Sede di Pietro e in Terra Santa.

-      Organizziamo pellegrinaggi, celebrazioni e riunioni nei principali santuari.

-      Realizziamo simposi, congressi e incontri che favoriscano la conoscenza dei contenuti della dottrina della Chiesa cattolica, e mantengano aperto il dialogo tra fede e ragione. L’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, a Roma, organizza un congresso sui Movimenti e la trasmissione della Fede nel mese di maggio del 2013.

-      Leggiamo o rileggiamo i principali documenti del Concilio Vaticano II.

-      Seguiamo con maggiore attenzione le omelie, le catechesi, i discorsi e
Año de la fe.
Nell’Anno della Fede bisogna stimolare i pellegrinaggi dei fedeli nella sede di Pietro e in Terra Santa.
altri interventi del Santo Padre.

-      Promuoviamo trasmissioni televisive o radiofoniche, film e pubblicazioni, anche a livello popolare, accessibili a un pubblico ampio, sul tema della fede.

-      Facciamo conoscere i santi della nostra terra, autentici testimoni della Fede.

-      Stimoliamo la conoscenza e l’apprezzamento del patrimonio artistico religioso.

-      Prepariamo e divulghiamo materiale a carattere apologetico per aiutare i fedeli a risolvere i propri dubbi.

-      Favoriamo l’organizzazione di catechesi per giovani che trasmettano la bellezza della fede.

-      Accostiamoci con maggiore fede e frequenza al sacramento della Riconciliazione.

-      Diffondiamo nelle scuole cattoliche il Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica.

-      Organizziamo gruppi di lettura del Catechismo e promuoviamone la diffusione.

-      Per i giovani (ma non solo): partecipiamo alla Giornata Mondiale della Gioventù a Rio de Janeiro, Brasile, dal 23 al 28 luglio del 2013.

La Santa Sede ha creato un sito web che viene aggiornato frequentemente con materiali utili per conoscere meglio le iniziative dell’Anno della Fede, contenuti multimediali, testi del Papa e del Magistero della Chiesa: www.annusfidei.va.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2012-08-30


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere In cosa consiste l’”Anno della Fede”? ai tuoi preferiti?
Sì   -    No