Ricerca   Lingua 
 

P. Carlos Blanco, L.C. è il nuovo parroco a Busa di Vigonza (PD) (Articolo)
La Santa Sede approva le Costituzioni dei Legionari di Cristo (Articolo)
Lettera di P. Eduardo Robles-Gil (Articolo)
Si costituisce il Comitato direttivo territoriale per l’Italia (Articolo)
Cristo Re crocifisso: da Lui la nostra "Chiamata", in Lui la nostra forza (Articolo)

Concluso al Regina Apostolorum il corso sulle suore nell’epoca digitale
ITALIA | ATTUALITA | NEI MEDIA
Nella sezione Cultura e società del sito di Radio Vaticana

Si è concluso a Roma, il corso “La suora nell’epoca digitale”, organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e rivolto alle religiose che desiderano approfondire l’uso dei mezzi di comunicazione, per la vita personale e per l’apostolato. Fra i vari interventi, German Sanchez, direttore operativo dell’Istituto, ha ricordato l’importanza del contributo positivo che sacerdoti e suore possono dare attraverso un buon uso delle nuove tecnologie. Un contributo che nasce soprattutto dalla capacità di trasmettere entusiasmo, ottimismo e speranza nel domani. “L’era digitale, in cui tutti stiamo vivendo, può presentare alcuni rischi legati ad un uso non corretto di alcuni mass media”, ha detto German Sanchez. “Ma è anche un’epoca di grandi opportunità di dialogo, di apertura, di conoscenza di culture e mondi diversi, di arricchimento umano e spirituale”. Il teologo Luis Alfonso Orozco, dei Legionari di Cristo, ha parlato del tema della libertà, ricordando che il progresso nella virtù, la conoscenza del bene e l’ascesi accrescono il dominio della volontà sui propri atti. La vera libertà, infatti, è la scelta del bene. Padre Antonio Rodriguez, docente nella specializzazione in Psicologia della vita consacrata, ha ricordato che nell’uso dei mezzi di comunicazione la religiosa deve rendersi conto della sua dignità come persona e agire conseguentemente, evitando ciò che possa macchiare questa dignità, diminuirla o imbruttirla. “Sarà questa – ha spiegato - una stupenda opportunità per crescere nella nostra dignità, offrendo il sacrificio di rinunciare ad un film o ad un programma per amore di Gesù”. Lo scrittore Carlo Climati, nella sua conferenza sul tema della gioventù nell’era digitale, ha spiegato che “sono tante le pressioni psicologiche che i giovani si ritrovano ad affrontare nel mondo di oggi. La fuga in una vita virtuale alternativa, tramite internet, può rappresentare un modo per riuscire a sopportare questo peso”. “I ragazzi del terzo millennio – ha spiegato Climati – sono spesso vittime dell’era dell’apparenza e dell’immagine, in cui tutto dovrebbe essere perfetto. Le edicole espongono riviste e calendari con le fotografie ritoccate al computer di modelle dalla bellezza irraggiungibile. Un cattivo uso della pubblicità, attraverso spot martellanti, spinge a credere che puoi essere felice soltanto se hai l’ultimo modello di automobile o di telefono di cellulare. Alcuni giovani, che non riescono ad assomigliare a certi modelli di falsa perfezione, rischiano di sprofondare in una crisi senza fine. Si sentono limitati, incompleti o addirittura inferiori rispetto al resto del mondo. Per questa ragione finiscono per sostituire la realtà con l’ambiente protetto di una vita virtuale su internet”. “Le nuove generazioni – ha concluso Climati – hanno bisogno di una mano tesa. Una mano tesa che, inizialmente, può arrivare anche attraverso lo schermo di un computer. Poi, a poco a poco, con un dialogo autentico, sarà possibile aiutare i giovani ad abbandonare la trappola della vita virtuale, per ritrovare la gioia di un sorriso e di un abbraccio reale”. (S.C.)

Fonte: http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/articolo.asp?c=504602


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2011-07-15


- Articolo
- Articolo
 

Related articles
- La suora nell´epoca digitale
- Non si può essere suore “a metà”
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Concluso al Regina Apostolorum il corso sulle suore nell’epoca digitale ai tuoi preferiti?
Sì   -    No