Ricerca   Lingua 
 

P. Gianfranco Ghirlanda nominato assistente pontificio della Legione di Cristo (Articolo)
Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione (Articolo)
La propria identità e l’empatia con l’altro (Articolo)
Premio professionalità a New Gate Tours Italia (Articolo)
L’eredità di P. Corcuera (Articolo)


Vita spirituale

Lo stile di vita proposto ai membri [Del Movimento Regnum Christi ] è quello dell’adesione fedele a Cristo e alla Chiesa, un cristianesimo attivo ed entusiasta nell’amore, che stimola la comunione nella Chiesa, con un profondo slancio missionario, capace di trasmettere al mondo la fede e la speranza mediante l’annuncio della Parola e la solidarietà evangelica. Il Regnum Christi, come movimento ecclesiale, non può prescindere dall’avere tali caratteristiche, proprie della perenne giovinezza della Chiesa sostenuta dall’azione costante dello Spirito Santo su di Essa. (MMRC n. 21).


Meditazione
2014-09-03

Chi è il più forte?
| VITA SPIRITUALE | SPIRITUALITà





Vangelo

Luca 4, 38-44

In
quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, entrò nella casa di Simone. La suocera
di Simone era in preda a una grande febbre e lo pregarono per lei. Si chinò su
di lei, comandò alla febbre e la febbre la lasciò. E subito si alzò in piedi e
li serviva. Al calar del sole, tutti quelli che avevano infermi affetti da
varie malattie li condussero a lui. Ed egli, imponendo su ciascuno le mani, li
guariva. Da molti uscivano anche demòni, gridando: «Tu sei il Figlio di Dio!».
Ma egli li minacciava e non li lasciava parlare, perché sapevano che era lui il
Cristo. Sul far del giorno uscì e si recò in un luogo deserto. Ma le folle lo
cercavano, lo raggiunsero e tentarono di trattenerlo perché non se ne andasse
via. Egli però disse loro: «È necessario che io annunci la buona notizia del
regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato». E andava
predicando nelle sinagoghe della Giudea.

Lettura

Gesù
è ospite a Cafàrnao, in casa di Simone. Lì i malati sono condotti da ogni parte
perché il Signore è il medico dell’umanità, che guarisce ogni infermità nel
corpo e nell’anima. Risana la suocera di Simone, così che immediatamente essa
si mette a servizio degli altri. Vengono descritte poi altre guarigioni che
mostrano Gesù dedito al suo ministero taumaturgico, nonostante le opposizioni dei
demoni. Quindi Gesù si ritira in solitudine, in un lungo e appassionato
colloquio con il Padre suo. La folla lo cerca per trattenerlo, ma Gesù è venuto
per tutti e si allontana, per predicare altrove.

Meditazione

Le
guarigioni sono il segno della misericordia che Gesù vuole usare nei nostri
confronti. Egli riflette la bontà di Dio che vuole la vita dei suoi figli.
Anche noi possiamo esporre a Gesù le nostre ferite, le nostre malattie, ma
anche le angosce che ci portiamo dentro, confidare nella guarigione fisica, ma
anche in quella spirituale. Lasciare che le tenebre possano giacere incontrastate
in noi è segno di un’accettazione passiva della nostra
peccaminosità,
del rifiuto di lasciarci salvare.
Altri,
che ci sono vicini, e hanno a cuore la nostra guarigione, vorrebbero portarci
da
Gesù,
come quelli che condussero i malati al cospetto del Signore, sicuri di un
intervento efficace da parte del Maestro divino. Per la suocera di Pietro il
segno della salute riacquistata è la sua disponibilità a servire. L’immediata
liberazione dalla malattia
mette in cuore a
questa donna la volontà di rendersi
subito utile agli altri. Chi, infatti,
sperimenta di essere salvato non può più vivere ripiegandosi su di
,
ma trova l’ardore per nuovi cammini, per inedite scelte di vita, per donarsi
con gioia a vantaggio dei fratelli. Gesù non è alla ricerca di pubblicità, non
cerca il consenso della folla. Sa ritirarsi
al
momento opportuno e rimanere solo in un luogo deserto per pregare. La gente
vorrebbe distrarlo, impedendogli un prolungato contatto di
preghiera con Dio Padre.
A differenza di noi, Gesù sceglie di trascorrere parte del suo tempo in
solitudine, in una apparente inutilità.
Il colloquio con Dio
tuttavia è sempre fecondo, suscita nuove energie di vita, un nuovo ardore, per
poter annunciare ovunque il Regno di Dio. Ricordiamo a noi stessi che senza la
preghiera ogni nostra azione, anche per “fini apostolici”, rischia di rimanere
vuota!

Preghiera

Ti
preghiamo, o Padre, sostenuti dalla forza dello Spirito Santo che è in noi. Fa’
che scopriamo il tuo volto ricco di bontà, di misericordia e di tenerezza per
tutti. Nel nome di Gesù, liberaci dalla forza del maligno e donaci il gusto e
la gioia di servirti nei nostri fratelli.

Agire

Lasciamoci
guarire da Gesù, medico del corpo e dello spirito, per diventare, a nostra
volta, capaci di servire i fratelli che oggi Dio ci dona, mettendoli sulla
nostra strada.

Meditazione a cura di Mons. Oscar Cantoni,
vescovo di Crema, tratta dal
mensile Messa Meditazione, per gentile concessione di 
EdizioniART.

Per abbonamenti: info@edizioniart.it.  


La meditazione quotidiana è un servizio offerto dal Regnum Christi.

Per iscriversi o regalare l’iscrizione alla meditazione quotidiana clicca qui.

DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-09-03


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Chi è il più forte? ai tuoi preferiti?
Sì   -    No