Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
P. Carlos Blanco, L.C. è il nuovo parroco a Busa di Vigonza (PD) (Articolo)
La Santa Sede approva le Costituzioni dei Legionari di Cristo (Articolo)
Il "momento" dei laici nel Regnum Christi (Articolo)


Vita spirituale

Lo stile di vita proposto ai membri [Del Movimento Regnum Christi ] è quello dell’adesione fedele a Cristo e alla Chiesa, un cristianesimo attivo ed entusiasta nell’amore, che stimola la comunione nella Chiesa, con un profondo slancio missionario, capace di trasmettere al mondo la fede e la speranza mediante l’annuncio della Parola e la solidarietà evangelica. Il Regnum Christi, come movimento ecclesiale, non può prescindere dall’avere tali caratteristiche, proprie della perenne giovinezza della Chiesa sostenuta dall’azione costante dello Spirito Santo su di Essa. (MMRC n. 21).


Meditazione
2014-11-26

La forza della testimonianza
ITALIA | VITA SPIRITUALE | SPIRITUALITà





Vangelo

Luca
21,12-19



In
quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Metteranno le mani su di voi e vi
perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi
davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di
dare testimonianza. Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra
difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non
potranno resistere né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai
fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati
da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà
perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».



Lettura



Il
brano di oggi fa parte della sezione del grande “Discorso Apocalittico”, che ci
accompagnerà in questa ultima tappa dell’anno liturgico. È un linguaggio non
semplice poiché è un genere letterario a noi non familiare. Ma per coloro ai
quali era rivolto, era una parola comprensibile e fonte di consolazione, capace
di rinvigorire la fede e la speranza in Dio, Signore del tempo e provvidente
nella sua infinita misericordia. Il linguaggio apocalittico è frutto della
testimonianza di fede di coloro che hanno saputo testimoniare, a dispetto delle
persecuzioni, la loro fede in Dio come Padre e Signore della storia.



Meditazione



Gesù,
con suoi discorsi, diventa sempre più pietra d’inciampo. Si è scontrato con i
sacerdoti, con gli anziani e con gli scribi invitandoli a un rapporto nuovo con
Dio, a una relazione fondata non su norme, ma sulla capacità di aprirsi e
affidarsi al Padre in umiltà e purezza d’intenti. Chiede di confidare non sul
numero dei fedeli, non sullo splendore dei luoghi, ma esclusivamente nella
volontà di salvezza che in lui viene offerta a tutti. In questa strada che ha
tracciato egli stesso e che propone ai suoi discepoli, mette in guardia però
dai facili entusiasmi perché essa è in salita, conduce verso la persecuzione e
la sofferenza. Ciò nonostante Cristo ci invita ad essere tranquilli: attraverso
lo Spirito, non farà mancare la sua guida, la forza di rendere testimonianza e
la capacità di restare fedeli. Ci invita ad avere un atteggiamento di fiducia e
di disponibilità nei confronti della volontà del Padre. La sequela e la
testimonianza portano a incrociare persecutori e nemici del regno, ma questo
non deve essere motivo di scandalo, di stanchezza o di sconforto. La
persecuzione deve essere vissuta con la forza dello Spirito come opportunità
per rendere la nostra testimonianza efficace a Cristo e al suo Vangelo. Ci
vengono suggerite due virtù: la mitezza e la pazienza, non però come frutto di
un atto di stoica volontà, ma come dono da chiedere instancabilmente allo
Spirito, che è forza, luce, sapienza, e intelligenza. La speranza a cui siamo
chiamati non si fonda su chi non ha più nulla da perdere, ma è radicata su una
promessa ben precisa, su un’attestazione d’amore da parte di Dio nei nostri
confronti che in Gesù si rivela pienamente: «Sarete odiati da tutti a causa del
mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto».



Preghiera



Ravviva
in noi, Signore, i doni del tuo Spirito, affinché possiamo essere docili alla
volontà del Padre, ed essere testimoni nei momenti di tribolazione della tua
salvezza. Donami la gioia di sapermi amato al di là di ogni mia aspettativa.
Fa’ della mia vita un inno di lode a te gradito.



Agire



Accolgo
le mortificazioni di questa giornata, e le offro come preghiera alla tua
misericordia per sopperire alle mie mancanze di carità.



Meditazione a cura di Don Donatello Camilli,
Parroco di S. Maria Assunta in Pietraroja (BN), tratta dal mensile Messa Meditazione, per gentile concessione di 
EdizioniART.

Per abbonamenti: info@edizioniart.it.  




La meditazione quotidiana è un servizio offerto dal Regnum Christi.

Per iscriversi o regalare l’iscrizione alla meditazione quotidiana clicca qui.

DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-11-26


 
 


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere La forza della testimonianza ai tuoi preferiti?
Sì   -    No