Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
I Legionari nella parrocchia dei Santi Apostoli e Biagio, a Firenze (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

Mostrami la tua via
ITALIA | APOSTOLATO | TESTIMONIANZE
Livia racconta la sua prima esperienza di missione in Messico con Gioventù e Famiglia Missionaria.

Missioni in Messico, agosto 2011
«Il Signore mi ha voluto qui per regalarmi una motivazione in più per riuscire ad abbondarmi integralmente alla Sua Volontà».

«In tanti mi hanno chiesto di scrivere qualcosa sull’esperienza vissuta in Messico con tutta la mia famiglia» scrive Flavia, «si tratta di pensieri che hanno preso corpo dentro di me in seguito alle meditazioni suggerite dai meravigliosi Padri Legionari di Cristo, che ci hanno accompagnato in questo viaggio! Si tratta anche di considerazioni personali, che ho maturato alla luce dei momenti vissuti insieme ai membri del gruppo, agli abitanti di Jésus-Marìa e, soprattutto, insieme a Dio, Nostro Padre, che è nei cieli. Non è stato facile sentire la presenza di Dio in mezzo a tanta disperazione e miseria ma la mia richiesta di aiuto di fronte alla croce e, sono certa, la preghiera di tante persone, ha permesso allo Spirito Santo di farmi vedere un raggio di luce! Sono qui a scrivere queste righe per condividerle con quanti vorranno leggerle perché come diceva Madre Teresa di Calcutta la gioia di una vita in coppia con Dio non può non essere condivisa.

Arrivati a Città del Messico ci incontriamo con tutte le altre famiglie partecipanti alla missione, capisco che la vera missione non è quella che partirà con la messa di avvio nella basilica della Vergine di Guadalupe bensì quella che continua: tutta la vita è una missione!! E quanto amore ci vuole per compiere al meglio la missione della nostra vita!

Mostrami Signore la Tua Via – la via che hai pensato per me sin  dall’eternità, aggiungerebbe Padre Timothy - e fa che io sia pronta a percorrerla”. Questa frase di santa Brigida mi ha accompagnato per tutto il tempo della missione e spero continuerà ad accompagnarmi sempre: In Messico ho compreso che per ogni uomo o donna esiste un percorso personale che spetta solo a lui completare e che pertanto non è trasferibile ad altri; accettare di collaborare con Dio per portare a compimento il progetto che Lui ha voluto e pensato per noi significa affidarsi alla Divina Provvidenza! Possiamo verificare il sostegno di Dio nella misura in cui gli lasciamo lo spazio necessario in cui potersi manifestare, accogliendolo siamo resi capaci di fare la sua volontà e non la nostra!

La mia volontà, almeno così credevo, insieme all’indispensabile consenso di mio marito Massimiliano, ha reso possibile questo viaggio; sono partita da Roma convinta di essere pronta ad affrontare
Missioni in Messico Famiglia Missionaria agosto 2011
«Possiamo verificare il sostegno di Dio nella misura in cui gli lasciamo lo spazio necessario in cui potersi manifestare».
la missione poi di fronte alla realtà ho avuto un cedimento dopo l’altro!

Cosa pensavo di fare io? Con la mia volontà! Ero “superbamente” convinta di essere in grado!

Mi compiacevo all’idea di potermi rendere utile e magari mi aspettavo anche che qualcuno mi dicesse brava!

Nei recessi del mio cuore sentivo che il Signore mi aveva voluto lì per qualche ragione, per portarmi a rinunciare a quel controllo che io, nonostante tutto, non voglio perdere sulla mia vita. L’educazione ricevuta non mi aiuta a mollare la presa! Anche servire, essere disponibili e caritatevoli non deve avere sbavature!! Le cose devono essere fatte bene altrimenti non vale la pena farle! Questo è come mi sento sempre rispetto alle cose che faccio e questa gabbia mi impedisce di spiccare il volo.

Questa esperienza mi dà la misura dell’Amore di Dio per le sue creature; solo la pazienza di un Padre amorevole è capace di attendere anni per far crollare delle resistenze così radicate!

Il Signore mi ha voluto qui per regalarmi una motivazione in più per riuscire ad abbondarmi integralmente alla Sua Volontà; per purificare le mie intenzioni; per accettare con un sorriso tutte le sbavature del mio comportamento; per avere maggiore consapevolezza e coscienza del peccato; per insegnarmi ad accettare il perdono e la Sua misericordia; per affrancarmi da tutte le mie catene.

Ho anche sperimentato che tutto questo sarà possibile soltanto se mi sforzerò di trovare isole di silenzio, durante le quali pregare, meditare ed accostarmi più spesso ai sacramenti della confessione e dell’Eucarestia.

Aprire il nostro cuore a questa luce significa lasciarsi amare, che spesso è molto più difficile che amare, non fidarsi è segno che il nostro cuore si è indurito. Una volta ho letto che la  vita è l’unica cosa che ci consente di interferire con l’eternità, per questo è un tempo prezioso! – nulla di più vero».

Per informazioni sulle attività di famiglia Missionaria in Italia visita il sito: www.jfmisionera.org/italia

Famiglia Missionaria sarà presente al VII Incontro Mondiale delle Famiglie – Milano 2012.

 


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2011-10-24


Gioventù e Famiglia Missionaria - Link
- Galeria
 
 
- Missioni in Messico, estate 2011 di Gioventù e Famiglia Missionaria

Related links

Gioventù e Famiglia Missionaria
Crescere in Famiglia


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Mostrami la tua via ai tuoi preferiti?
Sì   -    No