Ricerca   Lingua 
 

La propria identità e l’empatia con l’altro (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
Evangelii Gaudium – La gioia di annunciare il Vangelo (Articolo)
Gesù il più grande pedagogo della storia (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

"Perché cercate tra i morti colui che è vivo?"
ITALIA | APOSTOLATO | NOTIZIE
Missioni di Settimana Santa 2014.

Le Missioni di Settimana Santa 2014 si sono concluse la domenica di Pasqua con il ritorno a casa dei missionari.

«Come sempre su note di gioia vera», scrive Mauro, di Roma, che è stato in missione a Orvieto, «il sepolcro vuoto, le bende distese, il sudario ripiegato... È risorto, alleluia!

Giovedì abbiamo accompagnato in processione Gesù Eucaristia all´altare della reposizione e l´abbiamo adorato! Si è conclusa, in ginocchio, una lunga giornata di missione in una fredda ma luminosa Orvieto.

È stato laborioso: abbiamo giocato a palla avvelenata in oratorio, abbiamo sistemato arredi in chiesa, abbiamo cantato, letto, ascoltato, sorriso, consolato, confessato pellegrini di terre lontane in lingue diverse, siamo stati insieme, siamo stati Famiglia Missionaria!

Durante la veglia in duomo è stata letta una preghiera di don Primo Mazzolari che dice:

“Ci impegniamo noi, e non gli altri; unicamente noi, e non gli altri; né chi sta in alto, né chi sta in basso; né chi crede, né chi non crede”. E continua: “Il mondo si muove se noi ci muoviamo, si muta se noi mutiamo” e si conclude: “Ci impegniamo perché noi crediamo nell´amore, la sola certezza che non teme confronti, la sola che basta ad impegnarci perpetuamente”.

Il Venerdì Santo in missione è un´occasione preziosa per vivere il mistero della Passione di Nostro Signore accompagnandolo tutto il giorno, dalle prime ore del mattino, con un´ispirata meditazione, fino all´ultima stazione della Via Crucis, al termine della quale abbiamo deposto Gesù nel sepolcro, sulla rocca d´Orvieto.

È stata una giornata graziata da un sole primaverile, piena di incontri, momenti e pensieri.

I nostri bambini hanno dato vita ad un´adorazione della Croce in Oratorio e a una piccola Via Crucis semplici, schiette e per questo davvero belle!

Ci sono stati anche momenti di riflessione con un "perché mi hai abbandonato?" che parla a ciascuno di noi. Vogliamo essere al fianco di Maria, ai piedi della Croce.

Il Sabato Santo in missione sembra sempre una giornata meno intensa delle altre, ma è una giornata centrata su "preghiera e memoria", pallido riflesso dell´offerta di sé che Maria ha compiuto duemila anni fa. 

Sono state ore ricche di raccoglimento, di visite agli ammalati, di servizio nelle parrocchie, di confessioni e soprattutto di spirito comunitario. Ogni anno mi stupisco dell´evoluzione dei rapporti tra i missionari, persone così diverse fra loro, che in questi giorni si aprono gi uni agli altri in maniera inaspettata, trasformando le loro relazioni e diventando così sempre più una “Famiglia Missionaria”, appunto: è un altro frutto delle missioni.

Durante la Veglia, durata idealmente tutta la notte, il silenzio meditativo del Sabato Santo, mesto sotto un cielo carico di fredda pioggia, ha lasciato spazio a una luminosa e calda domenica che ha visto la nostra compagine sciogliersi. 

La sera i missionari sono tornati a casa, carichi di piccoli e grandi prodigi da raccontare, guardati a volte con curiosità altre con dileggio, altre ancora suscitando, in chi ascolta, la voglia di comprendere, approfondire perché abbiano deciso per la prima o per la diciassettesima volta, di trascorrere in maniera così poco convenzionale i giorni del Triduo Sacro.

La cosa più importante è aver sentito ancora una volta, da molti di noi, la testimonianza: "ho ricevuto molto più di quello che ho dato". È l´aver visto cuori, i nostri e quelli altrui, mutare attorno a noi. Tanti piccoli, stupendi miracoli!

Buona Pasqua di Resurrezione!».

Le missioni di Settimana Santa del 2014 si sono svolte a Monzuno (Bologna); Sansepolcro (Arezzo), in Campania: Totari, Pratella, Rocca Vecchia e Raviscanina (Caserta), in Sicilia: Vicari (Palermo), Sant´Anna (Modena) e Orvieto (Terni). Quest’anno sono stati circa 300 i missionari che, in Italia, accompagnati dai sacerdoti legionari di Cristo, dalle Consacrate e dai Laici Consacrati del Regnum Christi, sono stati impegnati, in supporto dei parroci, in 16 parrocchie di 6 diverse diocesi.

Qui è possibile ascoltare l’intervista di Radio in Blu a Daniela Trabalza per Famiglia Missionaria.


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-04-23


 
 

Related links

Gioventù e Famiglia Missionaria


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere "Perché cercate tra i morti colui che è vivo?" ai tuoi preferiti?
Sì   -    No