Ricerca   Lingua 
 

P. Manuel Álvarez Vorrath è il nuovo Direttore Territoriale d’Italia (Articolo)
Villaggio dei Ragazzi - Si dimettono i tre componenti designati dalla Congregazione (Articolo)
I Legionari nella parrocchia dei Santi Apostoli e Biagio, a Firenze (Articolo)
Nessun confronto tra Maria Maddalena e il fondatore (Articolo)
Un ingresso al noviziato e tre professioni religiose a Gozzano (Articolo)

Apostolato e Nuova Evangelizzazione: quali sfide per il Regnum Christi, oggi?
ITALIA | APOSTOLATO | NOTIZIE
Corso annuale di formazione della sezione signore a Padova e a Roma.

Corso di formazione Regnum Christi, Roma 2014
Corso annuale di formazione, Roma gennaio 2014.

«I corsi di formazione sono giornate di profonda esperienza spirituale e umana» un’esperienza immancabile, nella vita dei membri del Movimento, in cui «i partecipanti si aprono a una nuova luce e a un nuovo impulso dello Spirito Santo per conoscere più profondamente cristo e disporsi a vivere e predicare il suo amore con rinnovato ardore e generosità»(MMRC, nn. 436-440) .

A Padova le conferenze sono state affidate a P. Luca Frontali, L.C. rettore della chiesa di san Canziano, e a Riccardo Carrara, membro laico del Regnum Christi.

P. Luca ha trattato gli aspetti motivazionali (perché facciamo apostolato? Che cosa vuol dire, in ultima analisi, essere apostoli?) e l’analisi del territorio (quali sono le necessità della diocesi di Padova? Quali sono i talenti personali che possiamo e dobbiamo far fruttare nell’attività apostolica?)

Riccardo ha guidato invece la riflessione sull’apostolato specifico del Movimento e sulla metodologia che il Movimento propone.

Che cosa caratterizza ci caratterizza, come apostoli nella Chiesa di oggi?

«Il nostro apostolato nel Regnum Christi e in ogni caso come membri del Movimento, in altre realtà, scaturisce direttamente dalla nostra spiritualità cristocentrica. C’è una connessione molto forte tra la nostra spiritualità e il modo concreto in cui esprimiamo il nostro essere cattolici, il nostro essere apostoli».

Due gli obbiettivi del corso, a Padova: rivedere l’apostolato alla luce delle esigenze del territorio; verificare la corrispondenza tra le attività pratiche e i principi di azione caratteristici della nostra metodologia.

Il lavoro di analisi e di revisione degli apostolati ha messo, ancora una volta, in evidenza, alcune necessità.

Prima: cambiare mentalità rispetto al ruolo dei laici nella Chiesa e nel Movimento.

Seconda: pretendere una
Corso di formazione Regnum Christi, Padova 2014.
Corso annuale di formazione, Padova gennaio 2014.
formazione più approfondita da parte dei laici stessi che svolgono il proprio apostolato all’interno del Regnum Christi, assumendo ruoli specifici, come i responsabili di equipe e i responsabili di apostolato.

E ancora, la necessità di calarsi nella realtà in cui si vive, conoscere la propria sezione, la realtà parrocchiale e quella diocesana, sociale, di quartiere a tutti i livelli.

Trasformare il mondo, permeandolo di spirito evangelico, è possibile solo se si è molto realisti e concreti.

Sia a Padova che a Roma, le signore sono state condotte all’analisi dell’apostolato a partire dai cosiddetti “principi di azione”.

Alla fine del corso, è stato distribuito un questionario di valutazione del corso stesso: è servito? Cosa toglieresti? Cosa bisognerebbe fare che non è stato fatto? C’era ambiente di carità?

A Roma, membri laici, Consacrati, Consacrate e Legionari di Cristo hanno offerto alle signore diversi punti di vista sull’apostolato specifico del Regnum Christi alla luce dei principi d’azione al fine di rivedere la nostra attività pratica alla luce della teoria e confrontare le nostre attività con l’invito di Papa Francesco ad andare alle periferie.

Alcuni punti sviscerati durante le sessioni:

la necessità di partecipare al corso annuale, occasione imperdibile per confrontarsi e per confrontare il proprio lavoro concreto con i principi teorici.

La necessità di imparare a valutare il successo delle attività non misurando i frutti, ma con un attento discernimento iniziale: non sono i numeri che ci dicono se un’attività ha avuto successo e affidarsi a valutazioni aziendali non sempre è possibile. Se è vero che siamo strumenti nelle mani di Dio, solo Dio conosce i frutti del nostro lavoro.

La necessità di comprendere più a fondo la realtà di Roma e delle grandi città in genere, dove è più faticoso mantenete contatti con tutti e a volte le persone si allontanano.

L’importanza di avere una “regola” di riferimento, come il Manuale dei Membri del Regnum Christi, che ci indica i binari su cui procedere.

La bellezza di lavorare in squadra: ciascun relatore e ciascuna partecipante hanno dato un apporto personalissimo al corso.

«Vogliamo dire grazie a P. Óscar Turrión, P. Luca Gallizia, P. Paolo Cerquitella, P. Luca Frontali, Emilio Martinez, Annamaria De Francesco, Riccardo Carrara, Patrizia Rodi Morabito, Patrizia Revelli, Emilia Montemurri, Alberto Garcia, per aver stimolato la nostra riflessione, per aver aperto la nostra mente verso nuove prospettive, per aver contribuito a far sì che la teoria contenuta nei nostri manuali, frutto di tanti anni di esperienza, diventi vita vissuta e aver contribuito a farci sentire più parte di questa grande e variegata famiglia.

“Se noi bruciassimo tutti nostri Manuali” diceva P. Nivardo Quezada, L.C., “la gente, vedendoci, dovrebbe poterli riscrivere”. Questo è l’augurio che rivolgiamo a tutti i membri del Regnum Christi che, non senza fatica, stanno ripercorrendo la loro storia, il carisma, la spiritualità e contribuiscono, uniti nella fede, sotto la guida della chiesa, a scrivere belle pagine di fede incarnata nel quotidiano» (Regnum Christi – sezione signore).


DATA DI PUBBLICAZIONE: 2014-01-28


 
 

Related links

La Santa Sede
Conferenza Episcopale Italiana


Seguici :   
Sito promosso dalla congregazione dei Legionari di Cristo e dal movimento Regnum Christi, al servizio della Chiesa.
Copyright 2011, Legione di Cristo. Tutti i diritti riservati


Desideri aggiungere Apostolato e Nuova Evangelizzazione: quali sfide per il Regnum Christi, oggi? ai tuoi preferiti?
Sì   -    No